• 14757 Greenday 2020 – Festa della sostenibilità
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Lettere dei lettori
martedì 24 dicembre 2019.
Green Carnevale al microchip?

Lettera aperta alla Società Rabadan e al Comune di Bellinzona

Egregi Signori,

accogliamo con fervore la vostra intenzione di voler rendere il carnevale cittadino una manifestazione “green”, rispettosa dell’ambiente e più consapevole. L’intento è lodevole ma sgomenta l’utilizzo del bicchiere con microchip incorporato e collegato a un’applicazione del cellulare.

Proprio a causa del microchip, il bicchiere, perde ogni sua validità ecologica e diventa un “gadget” inquinante, che incrementa l’estrazione di metalli pesanti e rari.

Per il valore e la rarità di questi metalli si fomentano guerre, ingiustizie e soprusi nel mondo. Non da ultimo i paesi ricchi smaltiscono nei paesi poveri tonnellate di rifiuti tecnologici, vecchi computer, stampanti, telefonini, microchip, cavi… tutto materiale inquinante e tossico. In questi paesi spesso sono i bambini che, già all’età di sei anni, setacciano le discariche in cerca dei pezzi riutilizzabili e dei metalli che ancora possono tornare sul mercato. Questo lavoro minaccia la loro salute e la loro vita, ma la fame non lascia loro alcuna alternativa. Nessuno si preoccupa della contaminazione del suolo di queste discariche, dei prodotti tossici che penetrano nella falda acquifera né delle conseguenze per le popolazioni.

Bisogna cominciare a ponderare attentamente le scelte che si operano, la tecnologia non è un giocattolo, specialmente quando ha risvolti etici e pericolosi per la salute di cui tener conto. Risulta irresponsabile incentivare questa tecnologia che troppo spesso viene usata per scopi futili e ricreativi, generando sempre più dipendenza specialmente tra i giovani. I gadget con microchip sono da aborrire; queste “miracolistiche tecnologie” hanno prezzi molto alti da pagare per gli esseri umani e per il pianeta che ci ospita.

Il rispetto dell’ambiente, la sostenibilità, un utilizzo consapevole delle nuove tecnologie e i principi etici che ne conseguono, sarebbe opportuno diventassero materia scolastica perché i nostri giovani dovranno affrontare grandi sfide per la salvaguardia di un ecosistema vivibile.

Tornando al bicchiere: si parla di qualche migliaio? C’è da chiedersi se le persone nel caos carnevalesco e sotto i “fumi dell’alcool” cercheranno il loro bicchiere con l’App… se lo terranno in tasca o se lo porteranno al collo? Molti di questi bicchieri finiranno nella spazzatura e avremo un inquinante in più, ben peggiore dei precedenti.

Come organizzatori del Rabadan, avete la grande opportunità di far passare un’iniziativa veramente ecosostenibile: siete clienti di riguardo, e con acquisti importanti come i vostri, sicuramente potete prendere accordi con la ditta fornitrice affichè vi procurino bicchieri privi di microchip.

Coscienti che la vostra iniziativa sia lodevole e importante vi auguriamo per il futuro di organizzare manifestazioni maggiormente “green”

Cordiali saluti

Per il gruppo Stop 5G
Maria Invernizzi

top

“I bambini oggi sono dei tiranni. Contraddicono i genitori, ingoiano il loro cibo e tiranneggiano i loro insegnanti.”

Socrate

 
Sponsors