• 14779 Grono - Il mago Corona a Libri in Libertà
  • 14757 Greenday 2020 – Festa della sostenibilità
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Varie
martedì 18 febbraio 2020.
HIGA 2020: La Pgi avvicina il Grigionitaliano alla Capitale e accoglie i visitatori in un salotto didattico e interattivo

La Pgi, la Lia Rumantscha, la Pro Raetia e l’Associazione Walser Grigioni allestiranno uno spazio espositivo presso la fiera Higa, che si svolgerà dal 21 al 29 marzo 2020 a Coira.
Sotto il motto “Insieme sind wiar unics”, le organizzazioni allestiranno delle camere di un ipotetico appartamento condiviso, attirando l’attenzione degli ospiti sulla ricchezza culturale e linguistica del Canton Grigioni.

Martedì mattina 18 febbraio, nel castello di Haldenstein, le quattro organizzazioni hanno presentato alla stampa il concetto con il quale intendono farsi conoscere ad un ampio pubblico, illustrando il frutto della collaborazione avviata circa 6 mesi fa. Si tratta di un esercizio di coesione cantonale senza precedenti.
Durante la Higa la Pgi vuole avvicinare i visitatori alla dimensione grigionitaliana. Lo fa partendo da lontano, con uno sguardo quasi “esterno” come quando ci si affaccia a una finestra: si scopre un territorio apparentemente semplice, ma pieno di sorprese se osservato da più vicino.
All’esposizione verranno presentati i risultati dell’ultimo progetto sovraregionale - «Radici» - costruito attorno ad una ricerca di storia orale, composta da 10 brevi filmati di 5 minuti ciascuno e da un documentario di 50 minuti che verrà proiettato il 25 marzo, in occasione della giornata mondiale dedicata a Dante Alighieri.
Le persone che si raccontano nei mini video forniscono una chiave d’accesso alla vita quotidiana. Descrivono il loro legame con i luoghi e la cultura locali, suggerendoci quanto la tradizione si tramandi, rinnovandosi di continuo e diventando un solido elemento sul quale si fonda la nostra eredità e dalla quale partire per reinterpretare il presente.
I brevi filmati sono dotati di sottotitoli in tedesco e in romancio, grazie alla collaborazione con RSI e RTR e i temi trattati verranno approfonditi da un numero speciale dei Qgi.
Nello stand espositivo viene proposto inoltre un quiz interattivo, concepito dall’Osservatorio Linguistico della Svizzera italiana (con il supporto tecnico della SUPSI) per stimolare la riflessione attorno alle questioni legate al plurilinguismo in Svizzera.
Non mancheranno attività dedicate ai più giovani, prendendo spunto dalla guida Leo e Lila alla scoperta del Grigionitaliano, dove i due gattini protagonisti compiono un viaggio che li conduce attraverso le regioni, soffermandosi grazie a giochi o schede didattiche sui monumenti più importanti: con un memory si impara a conoscere gli affreschi della chiesa di Mesocco, con un puzzle di ricostruisce il panorama della vicina Engadina, con un cruciverba si indaga la Bragaglia e con un disegno da colorare si dà forma alla via dei Palazzi di Poschiavo.

Alla sera verranno organizzati degli incontri con relatori scelti, per affrontare problematiche generali relative ai Grigioni. Uno di questi appuntamenti, quello di lunedì 23 marzo, è organizzato dalla Pgi assieme all’Alta scuola pedagogica e il tema riguarda «L’italiano a scuola come opportunità».
La giornata di chiusura, domenica 29 marzo, sarà dedicata alle famiglie e nel primo pomeriggio si esibiranno sul palco principale tre cori di bambini, provenienti dalle tre regioni linguistiche del Cantone.

Venite a farci visita e acquisire ulteriore consapevolezza della nostra variegata e unica identità cantonale plurilingue!

top

Ognuno desidera che la vita sia semplice, sicura e senza ostacoli; ecco perché i problemi sono tabù. L’uomo vuole certezze e non dubbi, risultati e non esperienze, senza accorgersi che le certezze non possono provenire che dai dubbi e i risultati dalle esperienze.

(Carl Gustav Jung)

 
Sponsors