• 14779 Grono - Il mago Corona a Libri in Libertà
  • 14757 Greenday 2020 – Festa della sostenibilità
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Lettere dei lettori
mercoledì 18 marzo 2020.
Tempo di crisi o crisi del tempo?

Avevamo le nostre cartiere, tipografie, ditte che fabbricavano imballaggi le abbiamo chiuse e portate in Cina....ora mancano le mascherine che sono fatte di carta.

Abbiamo chiuso i negozi di paese, dall’alimentare al calzolaio, alle latterie, le cartolerie e perfino i tori del consorzio sono stati sacrificati. Le grandi catene di distribuzione hanno massacrato senza pietà i piccoli negozi.
I camion che distribuivano alimentari di paese in paese non rendevano e dopo aver fatto sparire i negozietti anche i camion sono stati sacrificati sull’altare del profitto. Perfino una ex consigliera federale si è intrufolata nel CdA delle grandi catene di distribuzione, sicuramente in modo disinteressato.
Mio padre Tilo come tutti i panettieri era obbligato a tenere la scorta di diversi quintali di farina panificabile in caso di crisi affinché al sopraggiungere di problemi il paese potesse essere rifornito.
Quelli della falce e martello, attrezzi che loro, presumo, non abbiano mai preso in mano, vorrebbero abolire l’esercito, ma ora starnazzano a gran voce che deve intervenire la truppa... per il momento solo i contingenti sanitari e logistici ma in futuro vedremo ... giusto! Ma forse era meglio pensarci prima.
L’orto di casa va abolito a favore della piscina usata due mesi l’anno e anche per ampi posteggi auto. Tanto le patate oggi arrivano dall’Egitto, le verze e i cavoli da chissà dove.
Per la cresima ai cresimandi si regalava l’orologio rigorosamente svizzero, oggi si donano gli smartphone cinesi costruiti con materiale proveniente dalle miniere del Katanga. Generosamente i baroni delle comunicazioni online offrono tanti GB, peccato che in caso di necessità non si possano mettere in padella.
Sicuramente delle nuove tecnologie e dei progressi in campo medico ne hanno approfittato tutti e la loro utilità non è messa in dubbio in primis anche dal sottoscritto.
Si diceva, una volta, che “o de vaca o de vedel om vedrà la grama peel !!"

Paolo Annoni

top

Ognuno desidera che la vita sia semplice, sicura e senza ostacoli; ecco perché i problemi sono tabù. L’uomo vuole certezze e non dubbi, risultati e non esperienze, senza accorgersi che le certezze non possono provenire che dai dubbi e i risultati dalle esperienze.

(Carl Gustav Jung)

 
Sponsors