• 14930 Mascherina per ma...leducato!
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
Regionale
giovedì 2 aprile 2020.
Moesano: unus pro omnibus, omnes pro uno
di Brenno Martignoni Polti

Il Cantone Ticino, in questa emergenza sanitaria, ha veramente fatto da apripista, dimostrando da subito, già da inizio febbraio 2020, capacità di reazione e ferma determinazione.

Decretando, per altro, coraggiosamente l’impopolare ma necessario blocco degli eventi carnevaleschi su tutto il territorio cantonale. L’azione dello Stato maggiore ha saputo gestire le urgenze con grande unitarietà di intenti, informando e sensibilizzando l’intera popolazione. Come sta avvenendo tuttora. Gli operatori sanitari, le autorità e gli enti preposti a gestire una possibile diffusione del virus in Svizzera e in Ticino sono stati messi in allerta seguendo costantemente la diffusione del coronavirus in Italia e hanno agito di conseguenza. Hanno anche svolto un ruolo pionieristico a livello nazionale, dettando -per così dire- i ritmi all’Autorità federale, essendo la comparsa del contagio al Sud delle Alpi anticipata di qualche settimana rispetto al resto della Svizzera. Ne è nato persino un conflitto di competenze con la Confederazione, fortunatamente risoltosi il 27 marzo 2020 con buon senso e spirito di solidarietà verso il Cantone Ticino. In fondo, sarebbe questa l’occasione, anche per il Governo retico, di adottare, ora e subito, senza ulteriori ritardi, le stesse misure per il Moesano, allineandole a quelle del Ticino. Cosa buona, giusta e lungimirante. Lo richiede la salute pubblica, bene supremo e preziosissimo, in ogni azione comunitaria. Non solo per la vicinanza a Bellinzona, ma per salvaguardare anche Berna. Per rispondere compatti a una crisi planetaria senza precedenti e senza confini per la Svizzera. L’obiettivo è quello di ridurre la curva dei contagi. A detta degli esperti, la via è una e unica: fare tutti cerchio attorno a questa rigorosa condotta di contenimento. Facciamolo senza se e senza ma! Per il nostro Paese. Per la salute di ognuno.”Unus pro omnibus, omnes pro uno”. "Uno per tutti, tutti per uno". È il motto riportato sul mosaico sotto la cupola di Palazzo federale. Per rinnovare un patto di mutua assistenza. Sempre valido. Oggi, più che mai.

top

Colpisci te stesso prima, per capire il dolore che daresti.

Proverbio cinese

 
Sponsors