• 14779 Grono - Il mago Corona a Libri in Libertà
  • 14757 Greenday 2020 – Festa della sostenibilità
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Fuori regione
lunedì 22 giugno 2020.
Helvetia Latina, da 40 anni al servizio del plurilinguismo e della coesione nazionale

Helvetia Latina celebra quest’anno il suo 40esimo anniversario. Nel giugno 1980, i fondatori dell’associazione, spinti da un ideale federatore e di unità nella diversità, si ponevano l’obiettivo di dare un posto adeguato alle minoranze linguistiche e culturali del paese nell’amministrazione federale. La ricorrenza coincide con la decisione del Consiglio federale d’includere la Giornata del plurilinguismo nell’amministrazione federale nella sua strategia 2020-2023 per la promozione del plurilinguismo. Il futuro dell’evento, ideato e coordinato da Helvetia Latina nel 2019, è così assicurato.

L’associazione Helvetia Latina è fondata a Berna il 9 giugno 1980. Tra i suoi pionieri figura Gilbert Bächtold, allora consigliere nazionale vodese, avvocato e scrittore, che ne diviene il primo presidente. Fin dalla sua fondazione, Helvetia Latina veglia affinché l’amministrazione federale garantisca lo spazio che spetta alle culture, alle lingue ed allo spirito latino. Essa opera affinché sia garantita nell’amministrazione federale, segnatamente nei quadri, un’equa rappresentanza di romanci, italofoni e francofoni. L’associazione promuove inoltre l’uso della lingua tedesca standard e desidera migliorare la comprensione e le relazioni fra le comunità linguistiche della Svizzera.
Hevetia Latina s’impegna da 40 anni a realizzare un’amministrazione federale interculturale intervenendo presso le autorità competenti. Oggi l’associazione continua a perseguire i suoi obiettivi riferendosi alla Legge federale sulle lingue e alla sua ordinanza, che contribuiscono a una piena integrazione delle minoranze latine in seno all’amministrazione federale. Helvetia Latina favorisce anche i contatti tra i collaboratori latini dell’amministrazione federale ed i parlamentari.
Aperta al dialogo, l’associazione fornisce oggi un valido contributo per rafforzare la coesione nazionale attraverso l’interculturalità e il plurilinguismo, in un momento in cui i problemi riguardanti la vita della Confederazione si fanno vieppiù complessi. Con la sua azione federatrice su scala nazionale, Helvetia Latina partecipa anche ad un’apertura della Svizzera all’Europa e al Mondo.
Helvetia Latina funziona grazie al volontariato ed è finanziata dai suoi circa 350 membri, tra i quali figurano la maggioranza dei consiglieri federali e numerosi parlamentari ed ex parlamentari. Essa è invitata ad esprimersi in procedure di consultazione, partecipa a numerosi eventi e sviluppa molteplici partenariati nel quadro delle attività che organizza. L’associazione interviene pure nei media e nel dibattito politico attraverso il suo presidente e i suoi vicepresidenti, tradizionalmente membri del Parlamento.
Nel 2019, Helvetia Latina è all’origine della prima Giornata del plurilinguismo in seno all’amministrazione federale e al Parlamento federale. Il suo obiettivo di rendere questa giornata un appuntamento fisso nell’agenda delle istituzioni è ormai raggiunto. Con una comunicazione del 12 giugno 2020, il Consiglio federale ha integrato l’evento nella sua strategia 2020-2023 per la promozione del plurilinguismo nell’amministrazione federale. Da quest’autunno la Giornata del plurilinguismo in seno all’amministrazione federale sarà realizzata e coordinata dalla delegata al plurilinguismo. Essa può contare sul sostegno di Helvetia Latina che, in collaborazione con i suoi numerosi partner quali i presidenti delle due camere del Parlamento e il segretario generale del Parlamento, tornerà ad organizzare la Giornata del plurilinguismo in seno all’Assemblea federale.
Chiunque condivida gli scopi di Helvetia Latina può diventarne membro.

top

Ognuno desidera che la vita sia semplice, sicura e senza ostacoli; ecco perché i problemi sono tabù. L’uomo vuole certezze e non dubbi, risultati e non esperienze, senza accorgersi che le certezze non possono provenire che dai dubbi e i risultati dalle esperienze.

(Carl Gustav Jung)

 
Sponsors