• 14930 Mascherina per ma...leducato!
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
Cultura
domenica 1 novembre 2020.
PANDEMIA = FRATELLI TUTTI (anche gli over 70)
di Teresio Bianchessi

Pandemia, termine sventuratamente frequentissimo di questi tempi.
Fratelli tutti, invece, l’ho preso in prestito dal titolo dell’ultima enciclica di Papa Francesco.
“Pandemia/Fratelli tutti”: trovo l’accostamento esaustivo più di qualsiasi dibattito.
Pensateci!
Che differenza fa, infatti, il virus fra europei, americani, asiatici, africani?
Nessuna.
Sciaguratamente proviamo a farlo noi discriminando fra “fratelli under e over” con protocolli che fanno rabbrividire. (vedi l’editoriale e intervento di Nicoletta Noi - Togni)
Appartenendo alla fascia debole, facile pensare che la riflessione miri a un tornaconto personale; certo, penso anche alla mia salute, ma quello che più mi addolora è la permeante cultura dello scarto e ancor più la diffusa ingratitudine.
Mi faccio aiutare dall’Enciclica di Papa Francesco per dare rilievo al tema dell’anziano: “Non ci rendiamo conto che isolare le persone e abbandonarle a carico di altri senza un adeguato e premuroso accompagnamento della famiglia, mutila e impoverisce la famiglia stessa. Inoltre finisce per privare i giovani del necessario contatto con le loro radici e la loro saggezza che la gioventù da sola non può raggiungere.”
Ancora: “La mancanza di figli, che provoca un invecchiamento della popolazione, insieme all’abbandono delle persone anziane a una dolorosa solitudine, afferma implicitamente che tutto finisce con noi, che contano solo i nostri interessi individuali. Così, oggetto di scarto non sono solo il cibo o i beni superflui, ma spesso gli stessi esseri umani”. (Dal Capitolo Primo dell’enciclica: “Le ombre di un mondo chiuso - Lo scarto mondiale).
Chiudo con una domanda ricorrente: Il Covid - 19 ci renderà migliori?
Voi che dite?

top

“La vita è breve, l’arte vasta, l’occasione fuggevole, l’esperimento malcerto, il giudizio difficile.”

Ippocrate

 
Sponsors