• 15626 Sporcaccioni equilibristi
Lettere dei lettori
lunedì 1 marzo 2021.
Tre momenti significativi in Gran Consiglio
di Nicoletta Noi-Togni

Durante la sessione di Davos del Gran Consiglio ho vissuto personalmente tre momenti importanti.

Il primo, di alto significato, ha riguardato tutta quella comunità che nel nostro cantone è stata colpita dalla malattia e dalla morte a causa del virus. Ad essa è stato rivolto un omaggio accorato da parte del Presidente del Gran Consiglio, Martin Wieland, all’inizio del dibattito sul Covid-19. La vicepresidente, Aita Zanetti, da parte sua ha acceso una grande candela in ricordo di coloro che hanno nella pandemia perso la vita. La luce della candela ha accompagnato il dibattito e il suo bagliore ha indugiato a lungo sui banchi del Parlamento e spero abbia potuto espandersi anche oltre portando conforto.
Durante il dibattito Covid, molte sono state in Gran Consiglio le lamentele di ogni tipo. Tante di esse, quelle per esempio che riguardano i diversi disguidi in merito alle vaccinazioni oppure le perdite di lavoro, di possibilità di studio, i dolori veri e propri dell’economia sono assolutamente giustificate. Altre invece, come il non poter fare una festa di diploma o un viaggio di maturità o “l’internamento” dei bambini (mi risulta che frequentino la scuola in presenza e possano correre nei prati e nei boschi) anche se non certo da banalizzare, mi sono sembrate esagerate. Cosa che ha fatto dire al ministro della sanità, Peter Peyer, giustamente secondo me, che dovremmo forse anche spingere lo sguardo oltre le nostre frontiere. Pensiamo anche a cosa sta succedendo nei Paesi poveri e abbandonati.
In seguito ad una mia domanda sull’analisi della parità donna-uomo che anche i Comuni sono chiamati a portare avanti per ordine federale (vedi discussioni anche di questi giorni nei media), il Consigliere di Stato, Christian Rathgeb, capo dipartimento delle Finanze e dei Comuni, ha elogiato apertamente e pubblicamente in Gran Consiglio il Comune di San Vittore.
Dicendo che è un buonissimo ed eccezionale esempio per il quale lui si congratula. Grazie anche a Lei, signor Consigliere di Stato, per un’attenzione che in qualità di sindaca mi fa molto piacere.

Nicoletta Noi-Togni

top

“Non perdere tempo a discutere con gli sciocchi e i chiacchieroni: la parola ce l’hanno tutti, il buonsenso solo pochi.”

CATONE IL CENSORE

 
Sponsors