• 15353 Mascherine fuori posto!
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
Lettere dei lettori
giovedì 11 marzo 2021.
Donne, burqa e democrazia
di Francesca Benzi

Dopo aver assistito allo scontro avvenuto a Lugano tra manifestanti e polizia in seguito al risultato delle votazioni del 7 marzo, ho sentito il desiderio di esprimere la mia opinione a riguardo.

Con il sì al divieto di dissimulare il proprio viso non si è voluto schierarsi contro i musulmani ma contro un’usanza che non rispecchia la nostra cultura e che, secondo i votanti, è limitativa della libertà delle donne!
Le donne musulmane possono vestirsi come vogliono purché abbiano il volto scoperto!
Possono continuare a praticare la loro religione e vivere secondo le loro usanze ma nel pieno rispetto delle nostre e delle leggi che regolano la nostra vita come, del resto, facciamo noi.
Proteste violente e scontri con la polizia sono scene imbarazzanti che non hanno niente a che fare con la democrazia.
Il popolo ha votato e in un regime democratico la sua volontà è legge e va rispettata o la democrazia è buona solo quando ci dà ragione?

top

"Megghju aviri a chi fari cu centu briganti, ca cu nu stortu gnuranti."

È meglio aver a che fare con cento briganti piuttosto che con uno solo, ma stupido.

Proverbio calabrese

 
Sponsors