• 15685 Ricicliamo la moda
  • 15626 Sporcaccioni equilibristi
Comunicati
martedì 27 luglio 2021.
Grigioni vuole abbattere lupi per proteggere il bestiame

(ats) I lupi hanno ucciso pecore e capre e ferito due asini e un vitello in diversi alpeggi dei Grigioni. Il cantone intende quindi abbattere alcuni esemplari.

I grandi predatori hanno colpito non solo nelle aree di Surselva e Hinterrhein, ma anche in Prettigovia e a Mesocco, precisa un comunicato dell’Ufficio grigionese della caccia e della pesca. Finora sono state uccise 106 pecore e una capra, numeri simili a quelli dell’anno scorso. Adrian Arquint, a capo dell’ufficio, qualche giorno fa ha dichiarato all’agenzia di stampa Keystone-ATS, che nel 2020 molti episodi sono avvenuti nelle valli, mentre quest’anno ce ne sono stati di più sulle Alpi.

Un lupo solitario in Prettigovia si è dimostrato particolarmente pericoloso visto che ha ucciso in un breve periodo di tempo diverse pecore di un gregge protetto. A Schamserberg, nella valle di Hinterrhein, sono stati feriti due asini in aree recintate e nella regione di Valzeina, vicino a Trimmis, un lupo ha attaccato un vitello di dieci mesi.

Il cantone intende ora abbattere diversi grandi predatori, se le condizioni sono soddisfatte. La Confederazione ha abbassato le soglie che autorizzano i cantoni a prendere misure contro singoli lupi o a regolare i branchi da metà luglio. Possono essere presi in conto solo i capi di bestiame sufficientemente protetti da cani o recinzioni elettriche e altre misure.

Il Cantone ritiene che vi siano le condizioni per abbattere il lupo solitario della Prettigovia. Vi sarebbero i numeri anche per agire sui due branchi di Valgronda e Stagias, nella Surselva. Prima di procedere però occorre determinare se il branco si è riprodotto quest’anno e quanti cuccioli sono nati. Anche per quanto riguarda il branco di Beverin, si stanno esaminando le condizioni per ordinare un eventuale abbattimento.

top
Abbi il coraggio di vivere, anche se la vita è il viaggio più arduo.
Qualche volta ti colpirà duramente, ma devi lenire il dolore e andare avanti.
Dimentica il passato, perché potrebbe rubarti la gioia.
Usa la testa, ascolta gli altri, ma fai da solo le tue scelte.
E non smettere mai di dare qualcosa di te al tuo prossimo, anche quando ti sembrerà di non avere più niente da offrire.
Corri dei rischi, non risparmiarti.
Fai quello che ami e cogli l’occasione.
Questa è la tua storia, sta a te raccontarla.


Sergio Bambarén, L’eco del deserto 
Sponsors