• 16655 La memoria delle ciliegie
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Comunicati
martedì 27 luglio 2021.
Grigioni vuole abbattere lupi per proteggere il bestiame

(ats) I lupi hanno ucciso pecore e capre e ferito due asini e un vitello in diversi alpeggi dei Grigioni. Il cantone intende quindi abbattere alcuni esemplari.

I grandi predatori hanno colpito non solo nelle aree di Surselva e Hinterrhein, ma anche in Prettigovia e a Mesocco, precisa un comunicato dell’Ufficio grigionese della caccia e della pesca. Finora sono state uccise 106 pecore e una capra, numeri simili a quelli dell’anno scorso. Adrian Arquint, a capo dell’ufficio, qualche giorno fa ha dichiarato all’agenzia di stampa Keystone-ATS, che nel 2020 molti episodi sono avvenuti nelle valli, mentre quest’anno ce ne sono stati di più sulle Alpi.

Un lupo solitario in Prettigovia si è dimostrato particolarmente pericoloso visto che ha ucciso in un breve periodo di tempo diverse pecore di un gregge protetto. A Schamserberg, nella valle di Hinterrhein, sono stati feriti due asini in aree recintate e nella regione di Valzeina, vicino a Trimmis, un lupo ha attaccato un vitello di dieci mesi.

Il cantone intende ora abbattere diversi grandi predatori, se le condizioni sono soddisfatte. La Confederazione ha abbassato le soglie che autorizzano i cantoni a prendere misure contro singoli lupi o a regolare i branchi da metà luglio. Possono essere presi in conto solo i capi di bestiame sufficientemente protetti da cani o recinzioni elettriche e altre misure.

Il Cantone ritiene che vi siano le condizioni per abbattere il lupo solitario della Prettigovia. Vi sarebbero i numeri anche per agire sui due branchi di Valgronda e Stagias, nella Surselva. Prima di procedere però occorre determinare se il branco si è riprodotto quest’anno e quanti cuccioli sono nati. Anche per quanto riguarda il branco di Beverin, si stanno esaminando le condizioni per ordinare un eventuale abbattimento.

top

È conveniente che esistano gli dei, e, siccome è conveniente, lasciateci credere che esistano.

Ovidio (Publio Ovidio Nasone)

 
Sponsors