• 15685 Ricicliamo la moda
  • 15626 Sporcaccioni equilibristi
Regionale
giovedì 26 agosto 2021.
Previdenza vecchiaia: aumentano contributi per Cassa pensioni

(ats) Gli assicurati della cassa pensioni dei Grigioni dovranno pagare contributi significativamente più alti dal prossimo anno. Il Gran Consiglio ha approvato oggi i nuovi tassi per rendere di nuovo competitiva la cassa e le sue prestazioni.

L’aumento dei contributi degli assicurati è il motivo principale per cui la Legge sulla Cassa pensioni dei Grigioni (LCPG) è stata sottoposta a revisione. Il consigliere di Stato Christian Rathgeb (PLD) lo ha detto senza mezzi termini ai deputati: "Siamo il fanalino di coda per quanto riguarda il livello delle prestazioni".

La cassa pensioni del Cantone dei Grigioni non è malata al punto da richiedere una ristrutturazione e ha un grado di copertura di circa il 110%. Tuttavia, la più grande cassa retica, con 12’500 tra assicurati e beneficiari della pensione, si trova di fronte allo stesso problema che tocca tutte le casse pensioni: i rendimenti del capitale si stanno riducendo e l’età dei pensionati cresce sempre più.

14 milioni di perdite

Il risultato è che il capitale risparmiato per il pensionamento non è più sufficiente per finanziare le rendite. Secondo Rathgeb, le perdite della cassa pensioni dei Grigioni l’anno scorso ammontavano a 14 milioni di franchi.

Gli aumenti dei contributi avallati oggi dal legislativo costano al Cantone, come datore di lavoro, circa sette milioni di franchi in più all’anno. A carico dei dipendenti cantonali vi sarà circa lo stesso importo supplementare. Alla cassa sono anche affiliati la maggior parte dei Comuni grigionesi e numerose aziende.

La revisione, che sarà approvata domani, è stata accolta dalla maggioranza di tutti i gruppi parlamentari. Ha lo scopo di rendere la cassa nuovamente competitiva. Alcuni deputati hanno deplorato il fatto che gli aggiustamenti non siano stati attuati prima. La revisione parziale, soggetta a referendum facoltativo, dovrebbe entrare in vigore all’inizio del prossimo anno.

Aliquota di conversione diminuisce

I nuovi contributi sono solo un lato della medaglia. Sono stati infatti presi provvedimenti anche sul fronte delle spese. Tuttavia, questi non sono di competenza del parlamento, ma della Commissione amministrativa della cassa pensioni.

Tra le altre cose, questa commissione ha deciso di abbassare l’aliquota di conversione dal 5,89% al 4,7%, con effetto all’inizio del prossimo anno. L’aliquota di conversione è il tasso che determina l’importo della pensione. Il 4,7% significa che per 100’000 franchi di capitale nella componente sovraobbligatoria, dopo il pensionamento viene versata una rendita annuale di 4’700 franchi.

Per gli assicurati a partire da 55 anni, dall’anno prossimo sarà applicata una regolamentazione transitoria all’aliquota di conversione, che conserva in gran parte il livello attuale delle prestazioni. Questa costerà al Cantone una somma una tantum di 17 milioni di franchi. Per i più giovani, il livello delle prestazioni dovrebbe aumentare a causa dei maggiori contributi.

top

L’uomo superiore comprende la giustizia e la correttezza; l’uomo dappoco comprende l’interesse personale.

(Confucio)

 
Sponsors