• 15941 "A" cercasi!
Regionale
venerdì 5 novembre 2021.
Risanamento dei deflussi residuali in Mesolcina

(ats) Dopo la decisione del Tribunale federale, il risanamento dei tratti di acqua residua in Mesolcina (GR) ha avuto una conseguenza sui progetti di risanamento in molte parti del Paese. Ora il progetto di restituire l’acqua ai pesci a sud del San Bernardino è in dirittura d’arrivo.

Oggi il Governo dei Grigioni ha comunicato l’approvazione del progetto che permette il risanamento delle centrali mesolcinesi. Ora deve essere pubblicato per la durata di altri 30 giorni, dopodiché potrà essere realizzato.

Non ci si aspettano obiezioni, dato che l’attuale bonifica delle acque residue è stata portata avanti in seguito alla pressione legale delle associazioni ambientaliste. La bonifica delle acque residue ha lo scopo di evitare che i corsi d’acqua degenerino in rivoli sottili nei momenti in cui l’acqua viene sfruttata per la produzione di elettricità.

Il Governo retico aveva già ordinato il risanamento delle centrali nel 2009. Tuttavia, il WWF, Pro Natura e l’Associazione svizzera della pesca avevano inoltrato opposizione, sfociata in una decisione definitiva del Tribunale federale e trasformata in un precedente a livello svizzero.

Di conseguenza, l’Esecutivo grigionese ha dovuto rivedere la sua decisione. Quella del marzo 2020, che riguarda il risanamento delle centrali e la sua attuazione concreta, ora è stata approvata.

"Una differenza importante rispetto alla bonifica del 2012 sta nella dotazione dell’acqua residua", ha detto Beat Hunger dell’Ufficio dell’Energia e dei trasporti a Keystone-ATS. Ora il rientro dell’acqua usata avviene in un corso d’acqua diverso. L’esperto cantonale responsabile del progetto ha spiegato che ciò si traduce in un miglior risultato a livello ecologico.

top

“Ai più bassi livelli della politica e al più alto livello della spiritualità il silenzio non aiuta mai la vittima, il silenzio aiuta sempre l’aggressore.”

ELIE WIESEL

 
Sponsors