• 16093 Fantasia o maleducazione?
Politica
venerdì 3 dicembre 2021.
Il Governo vuole il certificato obbligatorio anche all’aperto

(ats) Il Governo retico accoglie favorevolmente l’estensione dell’obbligo del certificato nella sfera privata. Chiede che venga applicato anche per gli eventi all’aperto con 100 o più persone. Inoltre, non vuole eccezioni per la politica, le autorità e gli eventi religiosi.

L’Esecutivo grigionese ha risposto alle proposte del Consiglio federale rivolte ai cantoni e alle istituzioni nel quadro dell’applicazione di misure anti-Covid più severe ed estese.

Il Governo dei Grigioni chiede l’estensione del certificato obbligatorio negli spazi privati e in quelli all’aperto. Inoltre chiede di permettere l’accesso alle discoteche solo ai vaccinati e ai guariti senza l’obbligo di indossare la mascherina. La Cancelleria di Stato ha spiegato a Keystone-ATS che in questo modo si eviterebbe la chiusura di questi locali.

Nella sua risposta al Consiglio federale, il Governo retico ha chiesto l’introduzione generale della misura "vaccinati o guariti" (2G) qualora le altre misure non dovessero generare gli effetti sperati.

Lavoro a domicilio per i non vaccinati

I grigionesi accolgono con favore l’eventualità del lavoro a domicilio obbligatorio per i non vaccinati. Qualora non fosse possibile, le persone "non vaccinate o non guarite" dovrebbero indossare la mascherina sul posto di lavoro.

Il Governo si oppone ai test scolastici obbligatori perché nei Grigioni i test nelle scuole e nelle aziende sono volontari e vi partecipano regolarmente quasi 67’000 persone. Pur essendo in linea di principio favorevole sulla proposta di ridurre il periodo di validità dei certificati dei test, l’Esecutivo retico ricorda che i laboratori di analisi sono attualmente oltre al limite delle loro capacità.

Al tavolo non solo seduti

In risposta alla proposta del Governo federale di introdurre l’obbligo di sedersi ai tavoli nel settore della ristorazione, il Grigioni chiede l’obbligo di consumare ai tavoli, ma potendo anche stando in piedi. Ad esempio i clienti potrebbero stare al bancone di un bar.

Si accetta la richiesta di rilevare i dati di contatto durante le attività culturali e sportive, alla condizione che questo eviti l’obbligo di indossare la mascherina. Domani il Consiglio federale fornirà ulteriori informazioni sulle misure più severe contro il coronavirus.

Vaccinare a più non posso

Entro la fine dell’anno, tutte le persone grigionesi sopra i 65 anni potranno sottoporsi alla vaccinazione di richiamo. La settimana scorsa, il direttore della sanità Peter Peyer ha annunciato di voler premere sull’acceleratore per la terza dose di vaccino. Da lunedì, chiunque abbia più di 16 anni potrà registrarsi per la vaccinazione di richiamo.

top

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi.

Cicerone

 
Sponsors