• 16093 Fantasia o maleducazione?
Politica
venerdì 17 dicembre 2021.
Il Municipio di Roveredo: alla canna del gas?
di Guido Schenini

Da oramai quasi tre anni la situazione del Municipio è in continuo degrado con conseguenti ripercussioni sull’amministrazione e la squadra comunale, su tutti i progetti pubblici e non da ultimo su tutti i servizi rivolti ai cittadini.

Ricordo che, in questo ultimo breve periodo di carica, si sono verificate molte (troppe) defezioni all’interno del Municipio, dell’amministrazione comunale e ora pure nella squadra comunale e, a medio termine sicuramente, ci saranno altre importanti novità. Infatti, fino ad ora, sono già stati sostituiti quattro municipali, due segretari comunali, una contabile, un tecnico comunale, il consulente architettonico e, notizia freschissima dell’ultima ora, pure il capo della squadra comunale ha appena rassegnato le dimissioni.
Proprio in questi ultimi giorni il Municipio, disperato e a corto di argomenti, ha diramato il seguente comunicato nel quale tentano di mettere il bavaglio ad alcuni cittadini critici verso il loro modo di procedere e le loro disgraziate decisioni. Molto probabilmente, questo modo di agire del Municipio corrisponde ad un maldestro tentativo di nascondersi dietro il proverbiale dito per deviare l’attenzione dei cittadini su altri fronti:

“Dato che sono di nuovo giunte numerose lettere aperte ci permettiamo di ripeterlo: da diverse settimane il Municipio è soggetto a critiche pubblicate sui media e anche tramite lettere a tutti i fuochi da parte di alcuni cittadini. Fermo restando il diritto di criticare l’operato delle autorità, il Municipio, per non fomentare inutili e deleteri litigi sui media, decide di non rispondere più alle diverse lettere aperte e simili, confidando sulla capacità della popolazione di distinguere il vero dal falso, il giusto dallo sbagliato e l’importante dal futile”.

Effettivamente la popolazione ha grandi capacità di distinguere il vero dal falso, il giusto dallo sbagliato e l’importante dal futile, il problema sta proprio nello stesso Municipio che questo semplice esercizio non lo sa fare.
Questo comunicato fa capire in modo molto chiaro la mancanza di volontà del confronto con i cittadini critici e l’assenza assoluta di argomenti che possano smentire quanto scritto finora da alcuni bene informati e benpensanti.
Comunque, decidere di “non rispondere più”, è un’affermazione completamente fuori luogo perché di fatto, non hanno mai risposto ad alcuna lettera aperta.
È pur vero che nelle ultime legislature ne abbiamo viste di tutti i colori, però ora abbiamo superato qualsiasi limite ragionevole e spero che non si avveri il detto che a Roveredo non c’è alcun limite al peggio.
A questo punto credo che un ulteriore intervento serio del Governo sia l’unica possibilità al fine di salvare almeno ciò che ancora resta di buono, sperando in una soluzione un po’ più felice di quella presa all’inizio di questo anno.
Finora, nonostante la presenza del Commissario Lardi, la situazione non è mai migliorata anzi, è in continuo peggioramento.
L’unica possibilità potrebbe essere quella di avere un Commissario serio che ci porti ad anticipare le nuove elezioni, sperando in un importante rientro nella legalità (si vedano i vari abusi edilizi già da parte mia segnalati, nonché un uso improprio e non edificante del potere della maggioranza del Municipio).
Chiudendo, queste mie semplici riflessioni, vorrei ricordare che nessuno può ritenersi al di sopra della Legge.

17.12.2021 Guido Schenini

top

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi.

Cicerone

 
Sponsors