• 16507 Segnaletica ... incompleta!
Cultura
domenica 26 dicembre 2021.
ESOPO … anni duemila!

Mi hanno soprannominato “Pancioli “, sono un gatto nato in Valle, oltre 20anni fa.
Dopo la nascita, il Proprietario non mi volle tenere. Non so dire che fine han fatto i miei fratelli.

Ricordo però, che dopo qualche tempo mi prelevò. Con l’auto mi portò in un bosco, dove mi gettò - abbandonandomi. Poi sparì guardandosi in giro, come se non volesse esser visto.
Vedevo uccelli e topolini, ma correvano più di me. E… addio fichi.
Ho sofferto freddo e fame. Una volpe di passaggio, mi vide.
Riuscii a salvarmi in extremis, entrando dentro un foro, sotto una catasta di legna. Tremavo, solo a pensare di dover uscire, per tentare di sfamarmi.
Tanta era la paura d` essere scoperto, che non miagolavo più. Neanche per chiamare la mamma.
Le gambe mi portavano a stento. Non ce la facevo più. Ero disperato!
Qualche giorno dopo, venne una donna a prender legna. Tentai di miagolare. Ne uscì una sorta d` urlo di tentata auto-difesa. Più simile a un ultimo richiamo d` aiuto.
La donna, tra sorpresa e spavento, si allontanò prudentemente. Poi sbirciò, cercando di capire dov’ero … cos’ero? Non vedendomi, se ne andò. Riapparve al mattino, con un uomo e indicando la catasta disse: “È lì – ma fai attenzione, dev`essere un gatto-selvatico.”
Ripartirono. Dopo un po` lui tornò. Depose una crosta di formaggio, distante qualche metro e tornò sui suoi passi. Nei giorni seguenti riportava alcune croste di formaggio, posandole sempre più lontano dalla catasta dov’ero.
Mentre fuggivo col formaggio, un bel giorno egli mi vide.
Disse alla moglie: “… è solo un gattino, trema sulle gambe, poveretto urla forte, ma è debole.” Capii, che non mi voleva uccidere.
Adagio, andavo riprendendo forza ed equilibrio. Siccome i due abitavano poco lontano, decisi di avvicinarmi alla loro casetta. Da una porta usciva un buon profumo di arrosto? Mi feci coraggio: entrai. Stavano per pranzare. Era il giorno del santo Natale! Facevano festa.
Oggi 25.12.2021 sono trascorsi oltre 20 anni, da quando mi accolsero. Il tempo passa, ma sono ancora vivo. Anche se a dirla tutta, mi rimane la paura dell’Uomo. Mi malfido e chiedo: l’uomo è FORTE o FRAGILE?
A me sembra fragile. Ora vigono regole ferree, per tener a bada la pandemia. Io rimango un semplice gatto, ma entro-esco liberamente da ogni dove.
Ristorante compreso. Insomma, fanno entrare noi bestie, ma Uomo-vieta-a-Uomo di entrare a mangiare al caldo. Cioè, o b b l i g a suoi simili a mangiare fuori, al freddo. È giustificato trattare i propri Simili come-o-peggio di bestie? Per nessun motivo L’Umanità s` arrocchi dietro vicendevoli rifiuti o come ora, vi si getti.
Buon Natale ai Lettori

Gatto Basilio, detto –Pancioli-.

top

La guerra è opera degli uomini.
Donne e bambini possono partecipare solo come vittime.

(Tomislav Markovic)

 
Sponsors