• 16093 Fantasia o maleducazione?
Fuori regione
giovedì 13 gennaio 2022.
Il Governo si prepara al sostegno dei media

(ats) Il Governo dei Grigioni ha preso atto del rapporto sui media e sul loro sostegno nei Grigioni elaborato dall’Università di San Gallo e dalla Scuola universitaria professionale dei Grigioni (SUP GR). Sono numerose le misure proposte per un aiuto pubblico ai media.

Nel mese di giugno del 2018 il Gran Consiglio dei Grigioni aveva accolto la mozione del granconsigliere mesolcinese Manuel Atanes, tramite la quale si chiedeva una valutazione del futuro dell’informazione nei Grigioni. Quale prima decisione operativa il Dipartimento dell’educazione, della cultura e della protezione dell’ambiente (DECA) aveva delegato l’allestimento di un rapporto esterno all’Università di San Gallo e alla Scuola universitaria professionale dei Grigioni.

Secondo il comunicato odierno del DECA, nel quadro dell’elaborazione dello studio sono stati considerati i media stampati, quelli audiovisivi e le piattaforme online. Inoltre, allo scopo di rilevare il modo in cui i media vengono percepiti in questo cantone, si sono svolte delle interviste a rappresentanti dei settori economico, politico e culturale grigionese. Il lavoro dei due atenei della Svizzera orientale è stato consegnato nella primavera 2021 e contiene anche una serie di misure concrete per garantire un futuro sostenibile a tutti i media, sia cartacei, che multimediali oppure online.

"Nel settore della promozione dei media il Cantone dei Grigioni intende anche in futuro concentrare l’attenzione in primo luogo sulle esigenze delle due minoranze linguistiche cantonali" (il romancio e l’italiano). Così si legge nella nota odierna del DECA. Dopo la votazione popolare federale sul sostegno ai media del prossimo 13 febbraio, il Governo retico provvederà all’allestimento di un pacchetto di misure per il miglioramento dell’offerta mediatica a favore della popolazione di lingua italiana.

Misure con e senza impatto finanziario sul budget

Fra le misure senza effetti sul budget le due università propongono che i media regionali e locali possano migliorare la collaborazione con gli enti cantonali e regionali nelle campagne pubblicitarie e informative ufficiali.

Fra quelle ad impatto sul budget si propone la creazione di un’agenzia di lingua italiana sulla falsa riga di quella romancia (FMR). In alternativa si potrebbe procedere all’aumento dell’impiego Keystone-ATS a Coira al 100%, al rinnovo dell’infrastruttura dei portali online ilbernina.ch, la bregaglia.ch e il moesano.ch e ad un sostegno diretto per i portali di lingua italiana.

Le misure concrete mirano anche al sostegno nella trasformazione digitale, alla promozione mediatica tra i giovani, alla formazione e alla formazione continua per giovani giornalisti.

Il riassunto esecutivo "I media e il sostegno agli stessi nel Cantone dei Grigioni: analisi della situazione esistente e prospettive" è scaricabile all’indirizzo breve t.ly/FDeNU sul sito web del Cantone dei Grigioni.

top

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi.

Cicerone

 
Sponsors