• 16935 Tito Tettamanti e Alfonso Tuor Grono
  • 16928 Geronimo Stilton a Grono
  • 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
Politica
martedì 8 febbraio 2022.
No all’iniziativa sulla sperimentazione animale, sì alle alternative

Il prossimo 13 Febbraio saremo chiamati a votare sull’iniziativa che chiede il divieto su suolo svizzero della sperimentazione sugli animali e sugli esseri umani. Gli intenti e i principi di questa iniziativa sono certo lodevoli, tuttavia l’indicazione di voto del Partito Comunista è contraria alla stessa anzitutto perché la sua formulazione alquanto estrema e restrittiva escluderebbe la Svizzera dalla ricerca internazionale creando persino una problematica penuria di farmaci nel Paese, che già oggi esiste come confermato dal Consiglio di Stato recentemente in risposta a un nostro atto parlamentare. Ricordiamo infatti che la proposta di legge vieterebbe persino di importare sul nostro territorio di medicamenti testati su animali in altri Stati, anche se questi fossero di centrale importanza per debellare una malattia.

Se è vero che già oggi esistono alcune tecniche che possono escludere la sperimentazione su animali e su esseri umani, esse non hanno ancora raggiunto lo standard necessario. Da parte nostra auspichiamo ovviamente che la Svizzera possa fungere da pioniere anche in questo settore, aumentando i finanziamenti a livello federale per la ricerca, tuttavia non possiamo compromettere la salute pubblica con questa riforma di legge estrema. Rileviamo infine che la Svizzera risulta già oggi all’avanguardia per quanto riguarda la legislazione sulla protezione degli animali in merito alla sperimentazione: non si vede quindi la necessità di un inasprimento così forte che rischia al contrario di legittimare visioni "naturaliste" esagerate e ostili al progresso scientifico e tecnico al servizio dell’umanità.

Partito Comunista

top

Chi non cambia è solo il saggio più elevato o lo sciocco più ignorante.
Confucio

 
Sponsors