• 16935 Tito Tettamanti e Alfonso Tuor Grono
  • 16928 Geronimo Stilton a Grono
  • 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
  • 16857 Dove sta ZAZAR?
Fuori regione
lunedì 28 febbraio 2022.
Gli ultimi mesi della Torre rossa sul Giulia

(ats) La "Torre rossa" sul Passo del Giulia dovrà essere smantellata entro la fine di agosto 2023. Per i prossimi 18 mesi la Fondazione Origen continuerà a programmare eventi culturali "per darle un lento addio". Ma in Val Surses manca una valida alternativa.

In queste settimane la "Torre rossa" ha proposto per sei volte lo spettacolo "Kaiserin Irene" (Imperatrice Irene), spettacolo che tratta dell’iridescente imperatrice Irene di Bisanzio (752-803), una donna forte che grazie ad astuti intrighi, ad abilità diplomatiche e ad un infallibile senso del potere, rimase sul trono per decenni. Il sottile dramma familiare, diretto da Giovanni Netzer, ha visto in scena l’Hamburg Ballet e l’Ensemble Vocal Origen. Anche venerdì sera si è registrato il tutto esaurito.

Ultimi diciotto mesi

Costruita dalla Fondazione Origen, la torre in legno dipinta di rosso sul Passo del Giulia doveva essere smantellata già nell’autunno 2020. In considerazione del fatto che l’organizzazione non ha potuto usarla per circa quindici mesi a causa della pandemia, la vita dell’effimera torre-teatro è stata prolungata fino alla fine di agosto 2023.

Il direttore di Origen Giovanni Netzer ha confermato a Keystone-ATS che in effetti il teatro in cima al Passo del Giulia dovrà sparire. La torre sarà smontata e non sarà più ricostruita da nessun’altra parte. Tutto il legno sarà però riutilizzato per altri scopi.

Dopo una veloce analisi sulle infrastrutture presenti in Val Surses, la regione al centro dei Grigioni dove opera la Fondazione Origen, Netzer dichiara laconicamente che si dovrà sviluppare una nuova idea, per poter disporre di un nuovo teatro con una buona acustica come nella Torre rossa. "I cantanti amano immensamente la qualità acustica della torre in legno sul Passo del Giulia", ha spiegato Netzer. E precisa che la sala del "Castello di Riom" (GR) è agibile solo in estate, la "Clavadeira" (fienile) a Riom è troppo piccola, mentre la nuova "Torre Bianca", che sorgerà a Mulegns (GR) stampata in 3D dal Politecnico di Zurigo, non sarà adatta per spettacoli teatrali e musicali.

Più di 100 spettacoli con circa 20’000 spettatori

La Torre Rossa del Giulia ha ospitato finora un centinaio di spettacoli, fra balletti, concerti e performance teatrali. Vi hanno assistito circa 20’000 spettatori, provenienti da tutto il Canton Grigioni e dalla Svizzera tedesca, senza dimenticare i numerosi turisti, ha spiegato Netzer.

La "Torre Rossa" è stata costruita dalla Fondazione Origen per simboleggiare l’unione nella diversità, in un luogo a 2300 metri di altezza dove i confini geografici e linguistici si incontrano: fra italiano, romancio e tedesco, dove le acque raggiungono il Mediterraneo, il Mare del Nord o il Mar Nero.

Come scriveva sei anni fa Giovani Netzer nella presentazione del progetto, "la torre onora questo luogo e rimette in scena il significato storico, culturale, rituale e metafisico del passo".

top

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

WINSTON CHURCHILL

 
Sponsors