• 16507 Segnaletica ... incompleta!
Regionale
mercoledì 16 marzo 2022.
Zanzara tigre - Rieccola

Come tutti ormai abbiamo imparato a conoscere, a nostre spese, le zanzare tornano a farsi sentire quando le temperature si fanno meno rigide. Da marzo in poi, almeno nelle nostre zone, incominciano quindi i dolori e vani sono tutti i vari tentativi di sfuggire a tale flagello!

Non è comunque impossibile eliminare o comunque attenuarne gli effetti se si adottano alcune misure.
Una volta scoperta l’ubicazione dei focolai bisogna intervenire con determinazione e costanza usando prodotti sicuri e garantiti.
Ecco alcuni tipi di focolai:

• Ambienti dove c’è acqua stagnante e lacustre
• Abbeveratoi animali
• Pozzi e pozzetti di fognature
• Bidoni e contenitori acqua piovana
• Copertoni vecchi e abbandonati
• Contenitori vuoti o barattoli
• Sottovasi delle piante
• Scarichi dell’acqua
• Grondaie intasate
• Tombini fognari
• Acqua degli umidificatori dei caloriferi quando viene spento l’impianto di riscaldamento
• Vaschette di condensa degli impianti di condizionamento

Una disinfestazione preventiva e mirata permette di eliminare le zanzare durante le loro fasi di sviluppo e proliferazione.
Due sono i momenti atti a interrompere e distruggere il ciclo vitale delle zanzare. Il trattamento preventivo effettuato da marzo in poi, è rivolto a distruggere le larve non ancora sviluppate. Mentre la disinfestazione per l’eliminazione degli adulti viene invece attuata da aprile in poi, a intervalli regolari. È inutile dire che vanno fatti tutti e due i trattamenti se non si vuole vanificare l’operazione. Se si lasciano in vita zanzare adulte, queste in poco tempo sono in grado di depositare nuove larve e tutto continuerebbe come prima.

Alcune informazioni:

Lo sviluppo delle zanzare, dalle uova alla fase adulta si compie mediamente in 6-10 giorni in ambienti tipo quelli già indicati.
Le zanzare comuni pungono in determinati orari mentre le zanzare tigri pungono sempre e anche più volte in poco tempo.

top

“In pace i figli seppelliscono i padri, mentre in guerra sono i padri a seppellire i figli.”

ERODOTO

 
Sponsors