• 16928 Geronimo Stilton a Grono
  • 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
  • 16857 Dove sta ZAZAR?
Comunicati
giovedì 17 marzo 2022.
Incidenti stradali 2021: meno decessi, più feriti gravi

Lo scorso anno hanno perso la vita sulle strade svizzere 200 persone, mentre i feriti gravi sono stati 3933: è quanto emerge dalle statistiche sugli incidenti pubblicate dall’Ufficio federale delle strade (USTRA). Continuano a preoccupare le cifre riguardanti le e-bike, ancora in crescita.

Nel 2021 gli incidenti stradali hanno causato complessivamente 200 morti, in calo rispetto all’anno precedente (2020: 227); sono invece aumentati i feriti gravi (3933 contro 3793 nel 2020).

La suddivisione per categorie di mobilità restituisce il quadro seguente:

Autovetture
In questo gruppo i decessi sono stati 65 (2020: 71) e i feriti gravi 738 (2020: 611). L’aumento maggiore di infortunati gravi si è registrato nei tamponamenti (+50 persone rispetto al 2020), nei sinistri avvenuti in fase di immissione (+27) e nelle collisioni frontali (+25).

Motoveicoli
Fra i motociclisti il numero di decessi scende da 52 (2020) a 47 (2021), mentre sale quello dei feriti gravi (1067 rispetto a 998). Marcato calo degli infortunati gravi (vale a dire morti e feriti gravi) nella fascia di età 55-64 (-33 rispetto al 2020), mentre si constata un incremento nelle fasce fino a 17 anni (+73), 45-54 (+16) e 65-74 (+15).

Pedoni
I pedoni morti in seguito a incidente stradale sono stati 37 nel 2021 (2020: 36), dei quali 14 su attraversamento pedonale (2020: 16) e 23 al di fuori (2020: 20). I feriti gravi sono stati 424 (2020: 408), rispettivamente 202 sulle strisce zebrate (2020: 201) e 222 al di fuori (2020: 207). Cresce il numero degli infortunati gravi fra gli ultra 75enni (132 rispetto ai 121 nel 2020).

Biciclette
Nel 2021 sono morti 22 ciclisti (2020: 29) e 819 sono rimasti gravemente feriti (2020: 934). Spesso l’incidente grave è avvenuto per responsabilità propria del diretto interessato.

E-bike
In crescita il numero di morti (17 rispetto ai 15 del 2020) e feriti gravi (531 rispetto a 521) fra gli utenti di e-bike: 98 erano alla guida di versioni veloci (2020: 114), 450 di modelli lenti (2020: 422). Fra questi ultimi spicca l’incremento nella fascia di età 65-74 (da 78 nel 2020 a 115 nel 2021).

Mezzi simili a veicoli
Non si sono registrate vittime di incidenti nella micromobilità non motorizzata lo scorso anno (2020: 2), mentre sono rimaste ferite in modo grave 62 persone (2020: 57), in gran parte bambini.

Monopattini elettrici
Non si sono verificati incidenti mortali a bordo di monopattini elettrici, ma in compenso è salito il numero di feriti gravi, 89 rispetto a 55 dell’anno precedente, in particolare nelle fasce d’età 35-44 e 45-54. Circa un terzo degli episodi è avvenuto nelle città di Zurigo, Ginevra e Losanna.

Note statistiche

La statistica annuale degli incidenti stradali si basa sui dati contenuti nell’apposito sistema informativo dell’USTRA, in cui sono registrati tutti i sinistri segnalati dalla polizia verificatisi su strade e piazze pubbliche con coinvolgimento di almeno un veicolo motorizzato, una bicicletta o un mezzo simile a veicolo. La categoria «morti» comprende le persone decedute sul luogo dell’incidente o nei 30 giorni successivi in seguito alle lesioni riportate.

Dal 2018 la rilevazione degli incidenti prevede l’uso di un nuovo verbale, per cui l’analisi dei dati è stata leggermente modificata. La causa principale «Disattenzione/Distrazione» include quindi anche le voci «Inosservanza dell’indicatore di direzione o delle luci di stop di altro veicolo», «Riconoscimento tardivo del veicolo per scarsa visibilità» e «Altri impedimenti alla visuale del conducente».

Dal 2020, e con validità retroattiva dal 2011, i mezzi simili a veicoli sono considerati statisticamente come categoria a sé stante. Fino al 2017 erano compresi nella tipologia «pedoni», mentre nel 2018 e 2019 alla voce «altri».

I monopattini elettrici non sono mezzi simili a veicoli, per cui vengono registrati nelle categorie «ciclomotori» o «altri veicoli motorizzati» a seconda delle caratteristiche tecniche specifiche. Questa rilevazione differenziata è possibile solo da novembre 2019; in collaborazione con gli organi di polizia cantonali l’USTRA ha ricostruito i dati sugli incidenti con monopattini elettrici dal 1° gennaio 2019.

In concomitanza con la presente statistica, l’USTRA ha aggiornato il portale www.datiincidenti.ch, che contiene tabelle corredate di grafici e altre informazioni utili. Inoltre sul geoportale della Confederazione è disponibile una cartina degli incidenti con lesioni a persone documentati dal 2011, organizzata per aree tematiche: map.datiincidenti.ch. I dati grezzi sono reperibili come open government data (OGD) sull’omonimo portale della Confederazione opendata.swiss, anche sotto forma di dati collegati (linked data) su ld.geo.admin.ch, pubblicati in formato aperto e liberamente accessibile a supporto della Strategia «Open Government Data» 2019-2023 della Svizzera.

top

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

WINSTON CHURCHILL

 
Sponsors