• 16928 Geronimo Stilton a Grono
  • 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
  • 16857 Dove sta ZAZAR?
Fuori regione
lunedì 4 aprile 2022.
Grigioni: archiviata denuncia contro giudici

(ats) Rimarrà senza seguito la denuncia penale per favoreggiamento sporta contro due giudici cantonali grigionesi in carica e un ex presidente del Tribunale cantonale. La Commissione di giustizia e sicurezza del Gran Consiglio (CGSic) ha negato l’autorizzazione al perseguimento penale.

La denuncia era stata presentata nel giugno 2021 da un avvocato di St. Moritz. Per avviare un’inchiesta penale nei confronti di giudici del Tribunale cantonale e di quello amministrativo per crimini e delitti commessi nell’esercizio delle loro funzioni, nei Grigioni occorre l’autorizzazione della CGSic.

Dopo aver verificato l’esistenza di indizi di una condotta punibile, la CGSic è giunta alla conclusione che non sussistono elementi di sospetto. I giudici denunciati, per la commissione, "si sono comportati in modo conforme al diritto". Di conseguenza non è stata rilasciata l’autorizzazione al perseguimento penale. La decisione è stata presa all’unanimità, indica la stessa CGSic.

Il caso, racconta la Südostschweiz, è legato alla vendita di un appartamento a Samedan. L’acquirente avrebbe voluto sfruttare i locali come residenza secondaria, ma non sarebbe stato informato dal notaio che ciò non era possibile. L’avvocato del compratore, un ex giudice cantonale, si era dunque rivolto alla giustizia chiedendo un procedimento di responsabilità dello Stato per coprire il danno subito dal suo cliente.

Il notaio è a sua volta denunciato dall’ex giudice per concorrenza sleale. Quest’ultimo si è rivolto alla giustizia - denunciando i due giudici e l’ex presidente del Tribunale - poiché sosteneva che la denuncia nei suoi confronti era accompagnata da documenti ai quali il notaio non avrebbe dovuto aver accesso. Come detto, quest’ultima denuncia è stata archiviata dalla CGSic.

top

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

WINSTON CHURCHILL

 
Sponsors