• 17240 Urca, che FISICO!
  • 17226 Un tè con Soroptimist Moesano
  • 17017 Fantasioso o maleducato?
Regionale
mercoledì 13 aprile 2022.
Pista ciclabile Grono-Roveredo-San Vittore

Posa simbolica della prima pietra, lo scorso 11 aprile 2022, per l’inizio dei lavori della pista ciclabile della lunghezza di circa 7 chilometri che collegherà i paesi di Grono, Roveredo e San Vittore e si congiungerà con la pista che da Lumino porta a Bellinzona!


L’arrivo in bicicletta del sindaco di Grono sul luogo scelto per la posa della prima pietra

La realizzazione dell’importante progetto, ritenuto di valenza intercantonale, sostenuto dal Governo retico con un sussidio massimo di due milioni e 250 mila franchi pari a circa il 75% dell’investimento ammontante tra i 3,5 e i 4 milioni di franchi, fa parte della rete di base del piano settoriale cantonale dei percorsi ciclabili.


Il primo colpo di ... pala

La strada per la mobilità lenta è prevista tra i nuclei dei tre Comuni della Bassa Mesolcina con l’allacciamento alla pista ciclabile pianificata dal Canton Ticino tra Lumino e la stazione FFS di Castione dove si trova l’importante nodo intermodale con il terminale ferroviario TiLo. Esiste pure la possibilità di proseguire fino a Bellinzona e oltre su tratti dedicati o recentemente messi in sicurezza per la mobilità ciclabile.
Ecco il commento a caldo del sindaco di Grono Samuele Censi:
"Un giorno simbolico, in un luogo suggestivo che vuole dare il via ad un progetto regionale. È l’apertura di un nuovo ponte verso il futuro...e verso il Ticino con un occhio però al passato e alla storia della mitica B-M. Con l’auspicio che i due cantoni possano pedalare insieme verso il risultato sperato".
Anche la vicesindaco di Roveredo Silva Brocco ha salutato con positività l’inizio dei lavori:
"Mi auguro che questo progetto possa fare da ponte per molte altre future collaborazioni intercomunali, all’insegna della valorizzazione del nostro territorio e del rafforzamento delle nostre sinergie".


Rappresentanti dei comuni interessati e i tecnici che cureranno i lavori


Giuseppe Russomanno
top

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

(Rita-Levi Montalcini)

 
Sponsors