• 17379 Tagliatore di pizza ... 7200 franchi all’ora!!!
Politica
giovedì 12 maggio 2022.
La misera solidarietà femminile
di Eleonora Righetti, candidata al Gran Consiglio per l’Alleanza del Centro

In qualsiasi ambito nel quale si presentano delle disparità di genere è necessaria una rivoluzione per avvicinarsi il più possibile ad un’uguaglianza. La politica fatica ancora a raggiungere questa parità e solamente ora, immergendomi personalmente e cercando di poter essere anche d’aiuto alle donne e alle giovani che hanno il desiderio di avvicinarsi a questo “mondo”, riesco a capire alcuni meccanismi che fanno da ostacolo ad una giovane come me.

In questo scritto vorrei soffermarmi su un unico aspetto di questa campagna che mi stupisce, soprattutto mi contraria e dall’altra parte mi rafforza in quanto prendere coscienza di tale dinamica è per me da stimolo, in quanto mi dissocio da queste manovre.
Ma veniamo al dunque, leggere che una firmataria proponente della lista Alleanza del Centro sostenga a spada tratta un’unica candidata del partito mi lascia delle perplessità, ma sono in grado di comprenderlo in quanto la Signora Noi-Togni conosce la candidata personalmente, professionalmente e politicamente (accettabile un po’ meno sui media in quanto firmataria della lista); ciò che provoca il mio disappunto leggendo i vari scritti propagandistici della sindaca di San Vittore è che non vedo e non percepisco alcun sostegno alle donne in quanto tali se non nei titoli delle pubblicazioni, bensì a una sua unica preferenza, non spetta a me capire se questo celi un interesse personale.
Personalmente trovo povero di coerenza e anche povero di un reale interesse verso le pari opportunità questo modo di agire; tutto questo mi spinge soprattutto a chiedermi dove si possa realmente trovare la solidarietà femminile tanto proclamata.
Ritengo che le elezioni retiche di quest’anno abbiano portato a una buona partecipazione femminile e che nel limite del possibile sia doveroso sostenerle tutte in quanto le pari opportunità non vanno chieste ma spettano di diritto a qualsiasi donna che si impegna politicamente.
Non è mio intento creare polemica e men che meno attaccare la Signora Noi-Togni, ma unicamente constatare l’evidente mancanza di solidarietà a priori fra le donne, questo è un grande limite e a rimetterci siamo unicamente noi. Concludo dicendo che dal mio punto di vista andrebbe sostenuto un partito per ideologia e tutte le donne per rettitudine, e per seguire i veri valori la rettitudine dovrebbe precedere ogni e qualsiasi ideologia.

top
Chiusa in casa

Chiusa in casa
mia madre
tagliava e cuciva camicie:
le cose imparate nel giovane sogno
divennero pane, formaggio ed alici.
Mio padre era morto da un anno.
Noi tre portavamo più avanti
una guerra finita.


Vito Maida (poeta soveratese, 1946/2004) 
Sponsors