• 16655 La memoria delle ciliegie
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Politica
martedì 14 giugno 2022.
Informazione pubblica sulla prima procedura di riversione degli impianti idroelettrici di Mesolcina e Calanca

Il 29 dicembre 2028 scadranno le concessioni per la centrale idroelettrica della Calancasca SA. I Comuni concessionari di Buseno, Castaneda, Grono e Roveredo hanno costituito con il Canton Grigioni un gruppo di lavoro che, dal 2020, sta valutando i possibili scenari e una procedura condivisa da sottoporre ai cittadini dei Comuni toccati che dovranno su questo tema esprimersi in votazione in quanto, nel Canton Grigioni, la sovranità sulle acque spetta ai Comuni e tocca perciò ai loro cittadini (pur con l’approvazione del Cantone) decidere del loro sfruttamento.

Il gruppo di lavoro Comuni/Cantone ha elaborato un documento nel quale è contenuta la procedura e la strategia che si propone ai Comuni per la procedura di riversione della Calancasca SA. Lo stesso riprende le direttive strategiche che il Gran Consiglio ha approvato nello scorso febbraio nel contesto della discussione relativa alla strategia da adottare per lo sfruttamento della forza idraulica nei Grigioni.

Questo documento è stato presentato ai Municipi e ai Consigli comunali dei Comuni conce-denti il 9 giugno 2022 e sarà presentato a tutti i cittadini dei quattro Comuni il 23 giugno 2022 alle ore 20.00 nell’aula magna della scuola elementare di Grono.

Il dibattito, in vista delle votazioni comunali che dovranno intervenire entro la fine del 2023 (termine legale per la notifica alla società concedente dell’intenzione di procedere alla ri-versione degli impianti) è ormai lanciato e la prevista serata, oltre un’informazione alla popolazione, sarà anche momento di confronto sul futuro di questo primo impianto idroelettrico con concessione in scadenza nel Moesano e degli altri impianti della Regione.

PDF - 532.6 Kb
Invito

Comunicato dei Comuni di Buseno, Castaneda, Grono e Roveredo

top

È conveniente che esistano gli dei, e, siccome è conveniente, lasciateci credere che esistano.

Ovidio (Publio Ovidio Nasone)

 
Sponsors