• 17226 Un tè con Soroptimist Moesano
  • 17218 Presentazioni librarie - Appuntamenti
  • 17017 Fantasioso o maleducato?
Comunicati
lunedì 22 agosto 2022.
Inaugurato centro prima accoglienza per richiedenti asilo

(ats) Dopo un anno e mezzo di lavori, è stato inaugurato il centro cantonale di prima accoglienza per richiedenti l’asilo di Meiersboden, a Churwalden. Lo rendono noto oggi le autorità cantonali, precisando che la struttura potrà ospitare 180 persone e sarà affidata all’Ufficio della migrazione e del diritto civile.

Nonostante lo standard di costruzione semplice e robusto, è stato possibile conferire agli spazi interni un carattere accogliente e familiare, adatto alle esigenze dei richiedenti l’asilo, si legge in un comunicato. I richiedenti dispongono di camere doppie, quadruple e da sei e condividono i locali comuni di soggiorno, di ristorazione, i servizi igienici e la lavanderia.

In aggiunta il centro offre aule per il programma di sostegno linguistico, una cucina per la formazione e un locale di progetto. Il nuovo edificio consente ai collaboratori di lavorare in modo efficiente grazie alle strutture necessarie per la prima accoglienza, l’assistenza e l’integrazione, scrivono le autorità.

La struttura chiara dello stabile - realizzato con gli standard Minergie Eco e costato 7,7 milioni di franchi - e gli elementi in legno offrono inoltre una grande flessibilità per quanto riguarda un cambiamento di destinazione. Il Cantone deve infatti essere in grado di adattarsi a scenari di sviluppo diversi che oscillano tra periodi di scarsa occupazione e altri con un grado di occupazione totale.

Gli ultimi lavori preparatori proseguiranno fino a metà settembre. In seguito i primi richiedenti l’asilo si trasferiranno nella nuova struttura. Non appena la quotidianità nel nuovo centro di prima accoglienza si sarà consolidata, la popolazione interessata sarà invitata a una giornata delle porte aperte, conclude la nota.

top

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

(Rita-Levi Montalcini)

 
Sponsors