• 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
  • 16857 Dove sta ZAZAR?
Politica
lunedì 12 settembre 2022.
Il deposito di scorie radioattive in strati geologici profondi sarà costruito presso Lägern Nord, l’impianto di imballaggio presso lo Zwilag

La Società cooperativa per lo smaltimento delle scorie radioattive (Nagra) ha annunciato che intende realizzare il previsto deposito di scorie radioattive nell’area di ubicazione Lägern Nord (Cantoni di Argovia e di Zurigo) e l’impianto di imballaggio degli elementi di combustibile sul sito dell’attuale deposito intermedio centrale di Würenlingen (Cantone di Argovia). Stando alla Nagra, se confrontato con le aree di ubicazione del Giura Orientale e di Zurigo Nordest, che sono state anch’esse oggetto di verifiche approfondite, il sottosuolo di Lägern Nord offre il maggiore effetto barriera dal punto di vista geologico, la migliore stabilità degli strati di roccia nonché un’elevata flessibilità per la collocazione del deposito sotterraneo. La Nagra si appresta a preparare le domande di autorizzazione di massima, che presenterà fra circa due anni all’Ufficio federale dell’energia (UFE). Le domande saranno successivamente esaminate in maniera approfondita dalle autorità federali responsabili della sicurezza.

Da 14 anni (dal 2008) è in corso in Svizzera la selezione di siti idonei ad ospitare un deposito di scorie radioattive in strati geologici profondi, conformemente al «Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi», che stabilisce la procedura e i compiti inerenti alla selezione dei siti. La procedura (vedi riquadro) è condotta dall’Ufficio federale dell’energia (UFE). I Cantoni partecipano strettamente ai lavori e, nell’ambito della partecipazione regionale, anche i Comuni, la popolazione e le organizzazioni interessati, come pure le aree tedesche limitrofe. La Nagra è responsabile delle indagini geologiche condotte durante la selezione dei siti come pure della pianificazione e della realizzazione del deposito. I requisiti sulla sicurezza sono definiti dall’Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN), che in qualità di autorità di vigilanza verifica anche l’operato della Nagra.

Deposito combinato presso Lägern Nord
Sulla base delle conoscenze acquisite dall’inizio della procedura di selezione dei siti e in particolare nel corso delle indagini geologiche della terza tappa, la Nagra propone ora l’area di ubicazione Lägern Nord quale sito per un deposito in strati geologici profondi sia per le scorie altamente radioattive che per le scorie debolmente e mediamente radioattive (deposito combinato). Tutte e tre le aree di ubicazione esaminate si sono rivelate idonee a ospitare un deposito in strati geologici profondi, tuttavia la Nagra ritiene che l’argilla opalina presente nell’area di ubicazione Lägern Nord offra il migliore effetto barriera a livello geologico. In questo sito, inoltre, l’argilla opalina si trova più in profondità ed è meglio protetta dall’erosione, grazie alla presenza di strati di roccia duri al di sopra di essa. Presenta infine una giacitura indisturbata in un ampio settore, il che consente una maggiore flessibilità nella collocazione delle aree del deposito.

La Nagra realizzerà l’impianto di superficie del deposito, dove si troveranno gli impianti e gli accessi, a Haberstal, nel Comune di Stadel (Cantone di Zurigo). Quest’area è stata scelta nel 2021 dalla Conferenza regionale Lägern Nord e dal Cantone di Zurigo, al termine di un confronto sui diversi siti di ubicazione possibili iniziato nel 2012.

Impianto di imballaggio presso lo Zwilag
La Nagra intende realizzare l’impianto di imballaggio degli elementi di combustibile non nell’area di ubicazione di Lägern Nord, bensì sull’area del deposito intermedio situato nel Comune di Würenlingen e confinante con l’Istituto Paul Scherrer. Stando alla Nagra, questa soluzione presenta il vantaggio di sfruttare le sinergie con gli impianti nucleari già presenti, riducendo il fabbisogno di superficie.

L’annuncio dell’area di ubicazione non significa ancora un’autorizzazione L’annuncio relativo alla scelta dell’area di ubicazione per il deposito in strati geologici profondi e del sito dell’impianto di imballaggio rappresenta una tappa importante nella procedura di selezione in corso. Infatti, nonostante la Nagra presenterà entrambe le domande di autorizzazione di massima con tutti i dettagli tecnici soltanto tra circa due anni e nonostante si dovrà attendere fino alla fine di questo decennio per la conclusione del loro esame e il rilascio della decisione, l’annuncio in questa fase della procedura è tuttavia necessario, perché permette agli attori coinvolti di continuare la collaborazione con le parti interessate. Inoltre l’annuncio è previsto nel Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi ai fini della trasparenza. Da questo momento possono iniziare le trattative sulle indennità tra i responsabili dello smaltimento, i Cantoni e le regioni di ubicazione previste nel quadro della procedura di selezione dei siti. Le parti decidono liberamente quando avviare le trattative.

Smaltimento delle scorie radioattive in Svizzera
La legge sull’energia nucleare stabilisce che, in linea di massima, le scorie radioattive prodotte in Svizzera devono essere smaltite nel Paese in depositi collocati in strati geologici profondi. La parte concettuale del Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi, approvata dal Consiglio federale nel 2008, disciplina la procedura di selezione dei siti, che si svolge in tre tappe.

Alla fine della prima tappa (dal 2008 al 2011) il Consiglio federale ha definito nel Piano settoriale sei aree di ubicazione geologicamente idonee: Giura orientale, Giura Sud, Lägern Nord, Südranden, Wellenberg e Zurigo Nordest.

Nella seconda tappa (dal 2011 al 2018) la Nagra ha esaminato queste sei aree di ubicazione. Le Conferenze regionali hanno presentato i rispettivi pareri e sono stati individuati i siti per gli impianti di superficie. Alla fine della seconda tappa, il Consiglio federale ha designato nel Piano settoriale come risultato intermedio le aree di ubicazione Giura Orientale, Lägern Nord e Zurigo Nordest, nonché i relativi siti per gli impianti di superficie.

Nella terza tappa, in corso dal 2018, la Nagra ha esaminato in modo approfondito le tre aree di ubicazioni restanti, anche mediante perforazioni, e le ha confrontate tra loro. Sulla base di tali indagini la Nagra ha quindi reso noto per quali siti intende preparare le domande di autorizzazione di massima. La Nagra presenterà le domande corredate di tutta la documentazione necessaria verso la fine del 2024. Dopo un esame da parte dei servizi federali competenti (UFE, IFSN, CSN, UFAM e ARE) come pure di un team internazionale di esperti e al termine di una procedura di consultazione pubblica, il Consiglio federale si pronuncerà probabilmente verso la fine di questo decennio sulle domande di autorizzazione di massima e sottoporrà le sue decisioni all’approvazione dell’Assemblea federale. Quest’ultima è attesa intorno al 2030 ed è soggetta a referendum facoltativo.

Dopo il rilascio dell’autorizzazione di massima per il deposito di scorie radioattive in strati geologici profondi, nell’area di ubicazione verranno effettuate indagini geologiche sotterranee (realizzazione di un «laboratorio sotterraneo»). Attraverso esperimenti sarà inoltre possibile acquisire importanti conoscenze per la costruzione del deposito. Successivamente potranno essere presentate dapprima la domanda di rilascio della licenza di costruzione e in seguito la domanda di rilascio della licenza d’esercizio. Stando alla pianificazione attuale, il deposito potrebbe entrare in funzione a partire dal 2050.

top

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

WINSTON CHURCHILL

 
Sponsors