• 16876 A scanso di equivoci
  • 16858 Mata SWING a San Vittore
  • 16857 Dove sta ZAZAR?
Lettere dei lettori
martedì 13 settembre 2022.
Lettera aperta a Claudio Lardi

Caro Claudio,
quando ho letto la tua intervista, pubblicata su LaRegione del primo settembre del corrente anno sono rimasto esterrefatto.
In essa affermi che, nell’amministrazione comunale, si sarebbero resi necessari dei licenziamenti (ovviamente, tra questi vi è anche il mio), poiché alcune persone ricoprivano dei ruoli non adatti al loro profilo. Mi domando su cosa basi questa tua affermazione, dato che non sei praticamente mai stato presente nei locali dell’amministrazione. In effetti raggiungevi Roveredo solo per le riunioni di municipio che si svolgono li lunedì sera dopo l’orario d’ufficio. Dunque, palesemente, le tue affermazioni non sono basate su esperienze personali! L’unica alternativa rimasta è che questa tua affermazione si basi su quanto hai sentito durante i frequentissimi colloqui telefonici che hai avuto quasi esclusivamente con due municipali dell’attuale maggioranza, evidentemente i tuoi "preferiti". Se ne deduce che la tua affermazione è assolutamente di parte e fatta per sentito dire, ti prego dunque di pubblicare una precisazione in tal senso al tuo articolo.
Quanto esposto sopra è un esempio scolastico dell’andazzo di questa legislatura: una maggioranza avvezza ad agire dietro le quinte con telefonate ed intrallazzi vari ed un commissario cantonale che, per quieto vivere ed in contrasto col suo compito istituzionale, si è ad essa alleato fino al punto da allontanare l’unico elemento di disturbo di questa aberrante situazione, l’ex sindaco Schenini, reo di lavare i panni sporchi in pubblico con frequenti articoli e lettere all’ufficio dei comuni. Una situazione desolante, come desolanti sono i risultati ottenuti da questa maggioranza durante la legislatura in corso.
Mi chiedo inoltre come tu possa sfruttare la visibilità che ti dà il tuo ruolo di commissario per intrometterti nella campagna elettorale per le elezioni che si terranno a Roveredo tra un mese. Proprio tu che dovevi fare da mediatore tra maggioranza e opposizione, finisci il tuo mandato con uno squallido attacco personale a Schenini, che vorrebbe o dovrebbe ricandidarsi e che nell’intervista descrivi in modo che va ben oltre la diffamazione, col solo scopo di favorire elettoralmente i tuoi "protetti".
Cordialmente.

Luca Bonanomi

top

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

WINSTON CHURCHILL

 
Sponsors