• 17226 Un tè con Soroptimist Moesano
  • 17218 Presentazioni librarie - Appuntamenti
  • 17017 Fantasioso o maleducato?
Politica
giovedì 12 gennaio 2023.
Perdita record della Banca Nazionale: ridurre l’esposizione in Euro e Dollari!

La perdita record della Banca Nazionale Svizzera (BNS), confermata in questi giorni, è dovuta in particolare alle posizioni detenute in valuta estera, ed è dunque il risultato della scellerata enorme esposizione in Euro e Dollaro che i manager della BNS per anni ci hanno imposto, comprando valute estere. Il Partito Comunista è almeno dal 2015 che invita alla diversificazione dell’esposizione valutaria della BNS nel rispetto della nuova configurazione geo-monetaria internazionale, diminuendo cioè progressivamente l’esposizione in Euro e Dollaro che sono destinate al declino.

La BNS ha fatto l’esatto opposto, e ora si registra una perdita di ben 131 miliardi di franchi! Il Partito Comunista aveva infatti previsto - unico partito di sinistra a dichiararlo pubblicamente! - che l’esposizione in Euro e Dollari fatta a suo tempo per evitare l’apprezzamento del franco sarebbe stata pagata dai Cantoni, cioè dalla popolazione e dai lavoratori, che ora infatti restano, e non a caso, a bocca asciutta. Attendiamoci adesso nuovi attacchi alle prestazione sociali a causa dell’altrettanto sciagurata politica del pareggio di bilancio!

Occorre cambiare drasticamente priorità alla guida dell’istituto finanziario. È opinione del Partito Comunista, infatti, che la BNS non si debba limitare a una eventuale distribuzione degli utili, ma debba poter concedere crediti e scoperti di conto alla Confederazione e ai Cantoni. La BNS deve agire insomma negli interessi dell’economia nazionale, rendendo la politica monetaria uno strumento funzionale allo sviluppo economico e sociale della Svizzera. In questo senso il Partito Comunista ci tiene e sottolineare come, in generale, sia quanto mai urgente abolire lo statuto d’indipendenza della BNS rispetto alle autorità politiche democraticamente elette.

Partito Comunista

top

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

(Rita-Levi Montalcini)

 
Sponsors