• 17226 Un tè con Soroptimist Moesano
  • 17218 Presentazioni librarie - Appuntamenti
  • 17017 Fantasioso o maleducato?
Fuori regione
giovedì 19 gennaio 2023.
La Scuola professionale di Poschiavo è in difficoltà

(ats) La Scuola professionale di Poschiavo (SPP), l’unica scuola d’arti e mestieri di lingua italiana nei Grigioni, sta vivendo un momento molto difficile. Per l’Ufficio della formazione professionale dei Grigioni (UFP) il numero di iscritti è insufficiente.

La direzione e la commissione di sorveglianza della SPP hanno emanato oggi un comunicato dal titolo "Il futuro della formazione professionale di base in Valposchiavo è a un bivio?" Nella nota si legge che se in una prima fase erano minacciate soltanto le classi di impiegato del commercio al dettaglio, di installatore di impianti sanitari, di lattoniere e di metalcostruttore, ora l’UFP di Coira rincara la dose e mette in forse anche le classi di falegname, polimeccanico e operatore in automazione. A rischio anche queste ultime formazioni nonostante la presenza sul territorio delle officine meccaniche della Ferrovia retica e di Repower.

La SPP offre da anni ai giovani provenienti dalla Valposchiavo, dalla Bregaglia e dalla Provincia di Sondrio la possibilità di seguire una formazione culturale e professionale in lingua italiana nei Grigioni. La frequentano giovani apprendisti che hanno scelto una formazione pratica nel Grigioni meridionale e che successivamente vanno a rifornire di competenze soprattutto le aziende di questa regione, Engadina compresa.

La SPP si trova dunque in una difficile situazione, ad un "bivio": chiudere i battenti, con la conseguenza che poi anche le aziende di questo territorio assumerebbero meno apprendisti; oppure esercitare uno sforzo immane per raggiungere il numero sufficiente di iscrizioni come richiedono le direttive dell’UFP.

Da tanti anni la SPP forma apprendisti valtellinesi e valchiavennaschi che stipulano un contratto di formazione con aziende a livello regionale. Per loro un’ipotetica formazione teorica in lingua tedesca sarebbe molto ardua, quasi proibitiva. Rimarrebbe l’alternativa Canton Ticino, a oltre due ore di distanza in auto, ad oltre 4 ore di treno passando per Monza. Secondo i responsabili della SPP, un pericoloso declino delle competenze professionali nelle aziende artigianali del Grigioni meridionale sarebbe inevitabile.

All’inizio dell’anno scolastico 2022/2023 il co-direttore Lino Compagnoni aveva dichiarato a ilbernina.ch che le persone in formazione iscritte alla Scuola professionale di Poschiavo erano 95, di cui ben 70 provenienti dalla vicina Provincia di Sondrio. E come ha dichiarato lunedì scorso la sindaca di Pontresina (GR) Nora Saratz Cazin, in occasione di un incontro sulla collaborazione fra Grigioni e Lombardia, "senza i numerosi collaboratori provenienti dalla Valtellina e dalla Valchiavenna, il Grigioni meridionale potrebbe chiudere il giorno dopo".

top

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

(Rita-Levi Montalcini)

 
Sponsors