• 17543 "Doctor’s Kitchen Talk"
  • 17379 Tagliatore di pizza ... 7200 franchi all’ora!!!
Cultura
venerdì 21 aprile 2023.
La procedura d’ammissione con esame d’ammissione cantonale alle scuole medie superiori grigionesi rimane in essere

A seguito di un incarico parlamentare, la procedura d’ammissione cantonale alle scuole medie superiori grigionesi è stata analizzata scientificamente. La perizia risultante è giunta alla conclusione che la procedura d’ammissione attualmente praticata nel Cantone dei Grigioni con esame d’ammissione cantonale e presa in considerazione dei voti di passaggio garantisce un accesso equo a una scuola media superiore in misura sufficiente e assolutamente non peggiore rispetto ad altri Cantoni. Nella perizia vengono suggerite solo piccole modifiche. Considerando le evidenze risultate dalla perizia, il Governo rimane fedele all’attuale procedura d’ammissione, prevedendo tuttavia l’attuazione di misure adeguate sia per migliorare l’equità delle opportunità nella preparazione dell’esame durante l’orario scolastico obbligatorio sia per attenuare l’influsso dello stato degli allievi nel giorno dell’esame.

L’ammissione alle scuole medie superiori del Cantone dei Grigioni avviene attualmente tramite esami d’ammissione cantonali uniformi. Per l’ammissione regolare (sesta classe di scuola elementare o seconda classe di scuola secondaria), per la decisione d’esame oltre al risultato dell’esame vengono tenuti in considerazione anche i voti conseguiti in materie selezionate al livello scolastico di origine durante l’ultimo semestre precedente l’esame. Insieme a 44 cofirmatarie e cofirmatari, mediante un incarico parlamentare presentato nel febbraio 2020 l’allora granconsigliere Remo Cavegn ha invitato il Governo a gettare le basi per un’ammissione alle scuole medie superiori grigionesi senza che vi siano esami. Nell’incarico si lamentava in particolare che con l’attuale procedura il successo all’esame dipendesse fortemente dalla preparazione di supporto svolta con l’aiuto di corsi in parte a pagamento, che non sono a disposizione di tutti e che comporterebbero opportunità di ammissione impari sia a livello sociale sia regionale.

Analizzati i vantaggi e gli svantaggi degli esami d’ammissione e di altre procedure d’ammissione
Su proposta del Governo, il Gran Consiglio si è espresso a favore di una modifica dell’incarico. Prima di un eventuale adeguamento della procedura d’ammissione alle scuole medie superiori occorreva che una perizia scientifica fornisse basi decisionali più differenziate. Il professore emerito di pedagogia liceale presso l’Università di Zurigo Dr. Franz Eberle è stato incaricato di procedere allo studio, ora disponibile. Poiché ha lavorato per anni sul grado secondario II, il professor Eberle dispone di eccellenti conoscenze della problematica relativa al passaggio.

Nella perizia sono stati elaborati risultati di ricerche precedenti ed evidenze scientifiche relative alla qualità delle previsioni e alla selettività sociale di diverse procedure di ammissione a scuole medie superiori, in particolare ai licei. In seguito, sulla base di dati relativi agli esami d’ammissione 2014–2018 e dei successivi risultati delle prestazioni degli allievi di allora nonché dei dati relativi agli esami d’ammissione 2021, sono stati analizzate la qualità delle previsioni e l’equità delle opportunità della procedura grigionese. Inoltre i candidati del 2021 sono stati intervistati in merito alle loro modalità di preparazione nonché alla loro origine. Tenendo in considerazione le informazioni raccolte in questo modo per la procedura grigionese, quest’ultima è stata comparata con un totale di altre 11 possibili procedure d’ammissione e i rispettivi vantaggi e svantaggi sono stati elaborati.

Si rivela efficace la combinazione del voto dell’esame di ammissione e del voto di passaggio
La perizia giunge alla conclusione che l’ipotesi secondo cui il successo all’esame d’ammissione dipenderebbe dai corsi di preparazione a pagamento è inconsistente. La percentuale di successo è risultata leggermente inferiore soltanto per i pochi candidati che non hanno richiesto alcun sostegno durante la preparazione, quindi nemmeno alla scuola e/o ai genitori, a fratelli o sorelle, a familiari o conoscenti. Il fatto di prepararsi per gli esami più importanti e di ricorrere almeno a un minimo di sostegno e consulenza gratuiti a tale scopo rientra nella consuetudine a tutti i livelli della formazione e non rappresenta nulla di straordinario.

Inoltre la combinazione del voto dell’esame d’ammissione e del voto di passaggio prevede meglio i successivi voti di promozione e di diploma di quanto non lo facciano i due voti considerati singolarmente. Complessivamente, la combinazione grigionese dell’esame d’ammissione più rilevante e della considerazione complementare dei voti precedenti si rivela la migliore anche nel confronto con altre procedure. Un’assegnazione basata solo sui voti precedenti, ad esempio, sarebbe meno equa. In linea di principio, sono giunte a questa conclusione anche le discussioni che il perito ha intrattenuto in tre workshop con le persone coinvolte nella procedura d’ammissione grigionese e con i relativi gruppi di interesse. Sono stati coinvolti le scuole d’origine, rappresentate dall’associazione Insegnanti Grigioni (IGR, frazioni elementare e sec I) nonché l’Ufficio per la scuola popolare e lo sport (USPS), l’Ufficio della formazione professionale (UFP), i direttori delle scuole medie superiori grigionesi, la Commissione cantonale di vigilanza sulle scuole medie superiori, i membri del Gruppo direttivo e gruppi d’esame esami d’ammissione nonché rappresentanti della Camera di commercio, dell’Associazione degli imprenditori dei Grigioni e dell’Unione grigionese delle arti e mestieri. Tuttavia vengono proposti alcuni piccoli adeguamenti per ottimizzare la capacità di previsione della procedura grigionese, per mitigare lo svantaggio momentaneo nel giorno dell’esame e per garantire a tutti l’accesso a un minimo di supporto nella preparazione agli esami d’ammissione sostanzialmente sufficiente.

Maggiore equità delle opportunità nella preparazione dell’esame Sulla base delle conclusioni della perizia scientifica, il Governo ha deciso di mantenere la procedura d’ammissione vigente con esame d’ammissione cantonale e presa in considerazione dei voti di passaggio.

Tuttavia, al fine di garantire una preparazione all’esame unitaria ed equa, a partire dall’anno scolastico 2023/24 gli enti scolastici della scuola dell’obbligo saranno a titolo di novità obbligati a offrire in tutte le sedi scolastiche possibilità gratuite di prepararsi all’esame per tutti gli allievi interessati della sesta classe della scuola elementare e della seconda e terza classe della scuola secondaria. Inoltre per l’esame d’ammissione alla terza classe del liceo e alla prima classe della scuola media di commercio e della scuola specializzata il voto di passaggio in futuro dovrebbe ricevere un peso comparabile all’esame d’ammissione alla prima classe del liceo. In questo modo è possibile ridurre l’influenza potenzialmente negativa dello stato nel giorno dell’esame.

top
È domenica

È domenica
e scendo queste scale,
e come un cane fiuto a queste porte
il solito, indistinto cucinìo condominiale.
Porto con me, ancora non so dove,
un giorno rosso della settimana,
forse un Natale,
con mia madre che gira il suo ragù
e le campane così forti e vive
che ogni casa sembrava un campanile.


Vito Maida (poeta soveratese, 1946/2004) 
Sponsors