• 16757 Sulle creste tra Grigioni e Ticino
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Fuori regione
lunedì 10 ottobre 2011.
Nuovo centro amministrativo a Coira
La Commissione del Gran Consiglio approva la prima tappa dei lavori.

La Commissione preparatoria del Gran Consiglio si è occupata del messaggio governativo relativo al centro amministrativo – progetto «sinergia». Essa raccomanda al Gran Consiglio di accogliere il progetto.

Nella sessione di dicembre 2009, nel quadro del dibattito sul rapporto relativo alla strategia immobiliare del Cantone dei Grigioni, per quanto riguarda la piazza di Coira il Gran Consiglio si era espresso a favore dell’approfondimento della variante di progetto «sinergia». Il progetto ha come obiettivo la costruzione di un nuovo centro amministrativo con circa 700 posti di lavoro a Coira ovest. La competente commissione parlamentare, riunitasi sotto la presidenza del granconsigliere Ernst Casty e alla presenza del Consigliere di Stato Mario Cavigelli, ha ora discusso in via preliminare a destinazione del Gran Consiglio il messaggio del Governo relativo al centro amministrativo – progetto «sinergia».

Il messaggio prevede una prima tappa con la costruzione di un nuovo edificio amministrativo con circa 400 posti di lavoro. A questo scopo il Governo chiede al Gran Consiglio di approvare un credito d’impegno di 69 milioni di franchi lordi. Qualora il Gran Consiglio dovesse approvare questo credito, nella primavera 2012 il Popolo sarà chiamato a deciderlo in via definitiva alle urne. In caso di un sì da parte del Popolo, nell’estate 2012 verrebbe pubblicato il concorso per il progetto «sinergia».

Situazione insoddisfacente In seno alla Commissione preparatoria è risultato incontestato il fatto che nell’area di Coira la situazione logistica per l’Amministrazione cantonale è insoddisfacente, con posti di lavoro ripartiti tra 44 immobili diversi. Si è altresì riconosciuto che la costruzione di un centro amministrativo permetterebbe di conseguire un’ottimizzazione di procedure interne e che il progetto non comporterebbe un trasferimento di impieghi dalle regioni verso la capitale cantonale. Tre punti sono stati all’origine di una discussione più aspra: la situazione del traffico nell’area della Ringstrasse e della Kasernenstrasse in caso di realizzazione del centro amministrativo, le conseguenze di una parziale partenza dell’Amministrazione cantonale dalla città vecchia, nonché la situazione per i dipendenti in un centro amministrativo nel quale nei singoli uffici si troverebbero diverse postazioni di lavoro. Inoltre, vi è stato disaccordo riguardo all’affermazione contenuta nel messaggio secondo la quale, rispetto allo status quo, la concentrazione degli spazi permetterebbe effettivamente di risparmiare ogni anno spese ricorrenti per 1,2 – 1,9 milioni di franchi. A questo proposito, la maggioranza della commissione ha però ritenuto che il nocciolo del progetto consista nell’ottimizzazione delle procedure lavorative interne e non nel risparmio di spese rispetto alla situazione attuale.

Alla fine, la Commissione si è pronunciata con sette voti a quattro a favore dell’approvazione della prima tappa per la costruzione di un nuovo centro amministrativo cantonale sulla Ringstrasse/Salvatorenstrasse e a favore del credito d’impegno di 69 milioni di franchi a ciò associato. Essa raccomanda perciò al Gran Consiglio di accogliere il progetto. Come già ricordato, in caso di approvazione nell’imminente sessione di ottobre 2011, l’ultima parola spetterà però al Popolo.


Persona di riferimento:
Ernst Casty, presidente della Commissione, tel. 079 445 48 01


Organo: Commissione preparatoria Rapporto sulla strategia immobiliare del Cantone
Fonte: it Commissione preparatoria Rapporto sulla strategia immobiliare del Cantone

top

Chi non sa sorridere non apra bottega.

(Proverbio cinese)

 
Sponsors