• 13918 Grono - Festa di San Clemente
  • 13810 SUPSI ... a lezione d’italiano!
Montagne
martedì 1 novembre 2011.
Rifugi e alpeggi nel Moesano: "Alp di Rogg"
di Marco Cattaneo

L’alpe di Rogg si trova ad un’altitudine di 1810 m/slm.
 
La cascina, che dispone di 4 posti letto (materassi e coperte sul posto) è sprovvista di servizi igienici e l’acqua potabile è disponibile solo all’esterno; è però munita di pannello solare. Durante il periodo dell’alpeggio (giugno-settembre) è occupata dall’alpatore. Non vi è alcuna produzione di latticini, in quanto l’alpe viene caricato unicamente con mucche nutrici, essendo sprovvisto di caseificio.
 

 
Oltre ad essere citata nella guida "Capanne e rifugi del Ticino e della Mesolcina" di Massimo Gabuzzi, il rifugio è descritto come ben ristrutturato, anche nella guida "Alta via del Lario / Tappa Capanna Como-Malpensata_Rifugio Giovo" del Club Alpino Italiano (CAI).
 
È raggiungibile in circa tre ore dalla diga di Roggiasca verso l’omonima Valle ed in seguito lungo il ripido sentiero, passando per il rifugio "Cortin" (di cui diremo). Questo sentiero è poco segnalato ed a tratti anche poco visibile, pertanto è sconsigliato a famiglie con bambini piccoli.
Un’altra possibilità, in circa tre ore e mezza, è, sempre partendo dalla diga di Roggiasca, salire sul bel Monte di Lanes, proseguire in direzione dell’Alpe Aian e quindi imboccare il sentiero per l’Alpe di Rogg (segnalato, demarcato, ben tenuto e adatto alle famiglie).
Un’ulteriore possibilità è dal Monte di LAnes, raggiungere l’Alpe di Aian, proseguire verso la "bochèta de Valstorna" e quindi scendere verso Rogg lungo la "Gaba Rossa". Anche questo sentiero è ben segnalato e demarcato ed è adatto alle famiglie (percorrenza circa quattro ore).
 

 
Dall’Alpe di Rogg si possono raggiungere in circa un’ora, i sempre bellissimi "Laghitt de la Boga", da qui si può proseguire e raggiungere in circa un’ore e mezza, il Passo San Jorio, transitando attraverso la "Bochèta de Lac" (sentieri demarcati, segnati e adatti alle famiglie).
Dalla "Bochèta de Lac" si può raggiungere in circa un’ora, seguendo il filo della montagna, la cima del Marmontana. Lassù si può gustare una splendida vista a 360 gradi sulle Valli della Mesolcina e Calanca, sul Piano di Magadino (Lago di Locarno), sul Lago di Como, sulla Valtellina, sulla Valchiavenna e sulla Pianura Padana. Si racconta che in giornate molto limpide si possa vedere il luccichio della Madonnina del Duomo di Milano.
top

“Un timoniere di valore continua a navigare anche con la vela a brandelli.”

Seneca

 
Sponsors