• 16757 Sulle creste tra Grigioni e Ticino
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Fuori regione
sabato 29 settembre 2012.
La rendita minima AVS/AI aumenta di 10 franchi, nuovi importi limite nella previdenza professionale

Berna, 21.09.2012 - Il Consiglio federale ha deciso di adeguare a partire dal 1° gennaio 2013 le rendite AVS e AI e l’importo delle prestazioni complementari destinato alla copertura del fabbiso-gno vitale all’attuale evoluzione dei prezzi e dei salari (indice misto). Di conseguenza saranno aggiornati anche gli importi limite della previdenza professionale, tra cui la deduzione di coordinamento.

La rendita minima di vecchiaia passerà da 1160 a 1170 franchi al mese, quella massima da 2320 a 2340. Nell’ambito delle prestazioni complementari all’AVS/AI, i nuovi importi annui destinati alla copertura del fabbisogno generale vitale ammonteranno a 19 210 (19 050) franchi per le persone sole, a 28 815 (28 575) per le coppie sposate e a 10 035 (9945) per gli orfani. Saranno adeguati anche gli assegni per grandi invalidi.

Il contributo minimo AVS/AI/IPG per gli indipendenti e le persone senza attività lucrativa passerà da 475 a 480 franchi l’anno, il contributo minimo per l’AVS/AI facoltativa da 904 a 914.

Spese supplementari per l’aumento delle rendite

L’adeguamento delle rendite comporterà un aumento delle spese pari a circa 395 milioni di franchi (341 milioni per l’AVS e 54 milioni per l’AI), di cui 87 milioni a carico della Confederazione, che copre nella misura del 19,55 per cento le uscite dell’AVS (67 milioni) e del 37,7 per cento quelle dell’AI (20 milioni). L’adeguamento delle prestazioni complementari costerà 0,4 milioni di franchi alla Confederazione e 0,3 milioni ai Cantoni.

Adeguamento degli importi limite nella previdenza professionale

Nella previdenza professionale obbligatoria, la deduzione di coordinamento salirà da 24 360 a 24 570 franchi, la soglia d’entrata da 20 880 a 21 060 franchi. La deduzione fiscale massima autorizzata nell’ambito della previdenza individuale vincolata (pilastro 3a) passerà a 6739 franchi (attualmente 6682) per chi dispone di un secondo pilastro e a 33 696 (attualmente 33 408) per chi invece non ce l’ha. Anche questi adeguamenti entreranno in vigore il 1° gennaio 2013.

Altri cambiamenti importanti a partire dal 1° gennaio 2013

Secondo quanto stabilito dal diritto fiscale, fino a un importo massimo di 5000 franchi l’anno le indennità versate ai pompieri di milizia per i compiti fondamentali da loro svolti sono escluse dal salario determinante per la riscossione dei contributi sociali.
La fusione tra casse di compensazione professionali verrà agevolata. I requisiti per gli uffici di revisione che si occupano delle casse di compensazione verranno adeguati conformemente alla legge sulla sorveglianza dei revisori.
All’ordinanza sul libero passaggio saranno apportate alcune modifiche concernenti le casse pensioni basate sul sistema del primato delle prestazioni. Esse non avranno alcuna conseguenza sulle prestazioni per la vecchiaia, l’invalidità e i superstiti.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Martin Kaiser-Ferrari, direttore supplente
Responsabile dell’Ambito Previdenza vecchiaia e superstiti
Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Tel. 031 322 90 57
martin.kaiser-ferrari@bsv.admin.ch

Pubblicato da

Il Consiglio federale
Internet: http://www.admin.ch/br/index.html?l...
Dipartimento federale dell’interno
Internet: http://www.edi.admin.ch
Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Internet: http://www.ufas.admin.ch

top

Chi non sa sorridere non apra bottega.

(Proverbio cinese)

 
Sponsors