• 16582 In dentro e in fuori - Presentazione libraria
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Fuori regione
lunedì 24 settembre 2012.
Innovazioni svizzere per le persone anziane

Berna, 24.09.2012 - Il programma di ricerca europeo AAL, al quale dal 2008 partecipa anche la Svizzera, promuove prodotti innovativi che migliorano la qualità di vita degli anziani e che aiutano a far fronte all’evoluzione demografica. Nel forum internazionale AAL, che si terrà nei Paesi Bassi dal 24 al 27 settembre 2012, saranno presentati anche progetti svizzeri.

Nel quadro del programma europeo di ricerca e sviluppo «Ambient Assisted Living» (AAL) vengono sviluppati prodotti e servizi innovativi per migliorare la qualità di vita degli anziani e preservarne l’autonomia nel loro ambiente. Il programma AAL, al quale la Svizzera partecipa dal 2008, contribuisce ad affrontare le sfide dell’evoluzione demografica, mediante la riduzione delle spese sociali e lo sfruttamento delle opportunità economiche risultanti dall’aumento della speranza di vita.

I progetti promossi nel quadro del programma AAL verranno presentati dal 24 settembre a Eindhoven, nei Paesi Bassi. Al forum internazionale AAL, al quale ogni anno partecipano circa 1000 rappresentanti dell’industria, della ricerca, delle organizzazioni di utenti e della politica, vengono discusse le tendenze e presentati i prodotti. Vi partecipa anche la Svizzera, con una esposizione speciale in cui l’iHome Lab della scuola universitaria professionale di Lucerna, in collaborazione con Swisscom, presenterà due progetti AAL cofinanziati dalla Confederazione. Il primo è il prototipo «iWalkActive», un deambulatore intelligente e attivo, dotato di un dispositivo di azionamento e di un sistema di navigazione. Il secondo, invece, è il progetto «Confidence», un sistema di assistenza per anziani che coniuga le moderne tecnologie con l’aiuto di amici e parenti, offrendo così un sostegno flessibile anche alle persone affette da demenza lieve o moderata. Il partner Swisscom presenta infine l’orologio per chiamate d’emergenza «Quing», che verrà lanciato a breve sul mercato svizzero e che verrà impiegato nel progetto «Confidence».

Ogni anno la Confederazione stanzia fino a quattro milioni di euro per la partecipazione dei partner svizzeri al progetto AAL. Viene così promosso lo sviluppo di prodotti da parte di imprese, scuole universitarie e organizzazioni che rappresentano gli interessi degli anziani (ad es. organizzazioni di cura). L’Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) è responsabile dell’adesione al programma AAL e della promozione dei progetti. Per maggiori informazioni consultare il sito www.bbt.admin.ch/aal.

Indirizzo cui rivolgere domande:

Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia UFFT Dott. Daniel Egloff, sostituto del caposettore Cooperazione europea Tel. 079 434 16 58, email: daniel.egloff@bbt.admin.ch

iHomeLab - Scuola universitaria di Lucerna
Prof. Alexander Klapproth, responsabile iHomeLab
Tel.: 041 349 35 99, email: info@ihomelab.ch

Pubblicato da

Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia
Internet: http://www.bbt.admin.ch/

top

“In pace i figli seppelliscono i padri, mentre in guerra sono i padri a seppellire i figli.”

ERODOTO

 
Sponsors