• 16582 In dentro e in fuori - Presentazione libraria
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Fuori regione
venerdì 16 gennaio 2015.
Giunta del Consiglio federale dopo la decisione della BNS

La giunta per la politica economica del Consiglio federale ha preso atto della decisione della Banca Nazionale Svizzera BNS di abbandonare la soglia minima del corso del franco svizzero con l’euro. La giunta economica del Consiglio federale - composta dei capi dei dipartimenti DEFR, consigliere federale Johann N. Schneider Ammann, DFF, consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, e DATEC, consigliera federale Doris Leuthard – si è occupata giovedí pomeriggio, durante una riunione presieduta dal consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann, della situazione venutasi a creare con la decisione della BNS. La giunta ha chiesto informazioni al presidente della Banca nazionale e ha poi discusso delle possibili incidenze di questa decisione sull’economia svizzera.

Il corso minimo della BNS era un importante ed efficace strumento, comunque limitato nel tempo, che offriva alle imprese svizzere una sicurezza a livello di pianificazione. La giunta per la politica economica del Consiglio federale è fiduciosa nel fatto che la Banca nazionale garantirà la stabilità dei prezzi e sarà attenta allo sviluppo congiunturale. È evidente che la decisione odierna della BNS pone l’economia svizzera, e in particolare l’industria d’esportazione e del turismo di fronte a grosse sfide. Per cui è importante continuare con la politica del Consiglio federale per un rafforzamento delle condizioni quadro per l’economia svizzera e la sicurezza dei posti di lavoro in Svizzera (via bilaterale con l’UE, mercato del lavoro flessibile, fiscalità attraente). La giunta per la politica economica del Consiglio federale seguirà da vicino lo sviluppo della situazione e terrà informato il Consiglio federale.

top

“In pace i figli seppelliscono i padri, mentre in guerra sono i padri a seppellire i figli.”

ERODOTO

 
Sponsors