• 12344 Depistanti!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Pubblicità pagina principale
venerdì 29 giugno 2018.
http://www.ilmoesano.ch/article7502
CHI SI AMMALA D’AGOSTO, SI AMMALA A SUO DANNO
di Teresio Bianchessi
CHI SI AMMALA D’AGOSTO, SI AMMALA A SUO DANNO


La salute è la prima ricchezza dell’uomo, ma ad agosto, soprattutto tempi addietro, lo era ancora di più per il contadino. I campi, l’orto, il frutteto, sono nel tempo della loro massima generosità, i frutti sono pronti per essere raccolti, da riporre tempestivamente in cascina, al riparo da minacciosa pioggia o peggio ancora dalla grandine. E’ tempo quindi di fatiche, dall’alba al tramonto e non certo di distrazioni! Anche il poeta greco Esiodo raccomandava concentrazione, invitando i contadini, proprio in questo mese focoso, a star lontano dalle gonnelle che, per trovare refrigerio, mostravano ad agosto, più che in ogni altro mese, le loro bellezze. Metteva loro in guardia perché ”…sono tutte calde di desiderio e gli uomini tutta fiacchezza…”. I vizi, si sa, allentano …le difese immunitarie e subdolamente lasciano campo a indefiniti malesseri che sono poi, proprio in questo mese, duri da guarire.

top

Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo.

PAOLO BORSELLINO

 
Sponsors