• 16757 Sulle creste tra Grigioni e Ticino
  • 16507 Segnaletica ... incompleta!
Fuori regione
giovedì 29 gennaio 2015.
Comunicato del Governo del 29 gennaio 2015

In occasione della sua più recente seduta, il Governo grigionese ha preso posizione in merito alla riforma III dell’imposizione delle imprese. Inoltre ha approvato il "Programma d’agglomerato di Coira di seconda generazione".

Il Governo condivide l’impostazione generale della riforma III dell’imposizione delle imprese.
Il Governo grigionese è dell’avviso che la riforma III dell’imposizione delle imprese (RI imprese III) prevista per il 2019 sia necessaria. Dal suo successo dipende l’attrattività della piazza economica svizzera. Gli statuti fiscali cantonali particolari finora in vigore per società di holding, società di domicilio e società miste devono essere abrogati, poiché non vengono più accettati a livello internazionale. Questo è quanto il Governo osserva in una presa di posizione rivolta alla Confederazione in accordo con la Conferenza dei governi (CdG) e la Conferenza dei direttori cantonali delle finanze (CDF). Il Governo grigionese accoglie con favore misure quali l’introduzione di un "licence box", gli adeguamenti in tema di imposta sul capitale e la disciplina transitoria volta a individuare riserve occulte. Il Governo respinge invece l’introduzione di un’imposta sugli utili da capitale sui titoli. La riforma interessa i Cantoni in misura molto disomogenea. In una prima fase, i Grigioni sono interessati dalla riforma soprattutto in via indiretta, dato che la RI imprese III influisce sulla perequazione finanziaria della Confederazione e sulla competizione fiscale intercantonale. Secondo il Governo grigionese è particolarmente importante che le misure previste per l’attenuazione di tali effetti indiretti siano ancorate in una legge sin dal principio.

Programma d’agglomerato di Coira di seconda generazione
Il Governo grigionese approva l’accordo di prestazioni relativo al "Programma d’agglomerato di Coira di seconda generazione" tra la Città di Coira, il Cantone e la Confederazione. Il programma d’agglomerato di Coira mira a uno sviluppo coordinato dell’insediamento e dei trasporti. Il Cantone dei Grigioni contribuisce alla realizzazione del "Programma d’agglomerato di Coira di seconda generazione" mettendo a disposizione circa 8 milioni di franchi. Da una parte vengono sostenute misure volte a ottimizzare il trasporto pubblico e a velocizzare gli autobus. Un’altra parte dei fondi sarà destinata al pacchetto di misure relativo al traffico non motorizzato. I programmi d’agglomerato vengono presi in esame dalla Confederazione a cadenza quadriennale e sostenuti finanziariamente. Il primo sblocco di fondi federali per i cosiddetti "Programmi d’agglomerato di prima generazione" è avvenuto nel 2010. Ai fini del secondo sblocco di fondi federali i programmi d’agglomerato sono stati rivisti e nuovamente esaminati da parte della Confederazione.

La segnaletica turistica sarà più uniforme
Il Governo grigionese approva la strategia per la segnaletica turistica nel Cantone dei Grigioni (strategia per la segnaletica 2014). La segnaletica turistica su strade pubbliche sarà resa uniforme sull’intero territorio cantonale. Tra le altre cose, vengono disciplinati la forma, il contenuto e l’ubicazione dei cartelli. Nuovi cartelli verranno approvati solamente se soddisfano le direttive contenute nella strategia per la segnaletica. Cartelli già installati potranno essere mantenuti a condizione che non siano collocati lungo autostrade e semiautostrade. Mediante la nuova strategia il Cantone si adegua alle direttive impartite dall’Ufficio federale delle strade USTRA.

top

Chi non sa sorridere non apra bottega.

(Proverbio cinese)

 
Sponsors