• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Comunicati
venerdì 25 marzo 2016.
Statistica criminale di polizia 2015 - Relativizzato il dato di Mesocco

Ad una prima lettura degli articoli di giornale apparsi nei giorni scorsi il comune di Mesocco esce malconcio dalla statistica criminale di polizia: se le infrazioni contro la legge federale sugli stranieri nel 2015 risultano nulle rispetto alle 7 del 2014 (-100%), aumentano da 10 a 33 quelle contro la legge sugli stupefacenti (+230%) e da 63 a 144 (+129%) le infrazioni al codice penale.

Dopo aver assunto le doverose informazioni presso il comando della polizia cantonale di Coira, in particolare su come interpretare questi dati, la sensazionalità delle percentuali, creata dai media, lascia il posto ad una realtà molto più tranquillizzante per la popolazione di Mesocco.

Dalle informazioni raccolte scopriamo per esempio che un furto in una casa statisticamente equivale a tre violazioni del Codice penale (furto, danneggiamento, violazione di domicilio): se teniamo conto che in pochi giorni ad inizio 2015 nella zona di Pian San Giacomo le note bande che agivano in quel periodo hanno perpetrato 27 azioni del genere, ecco che la statistica va a gonfiare i dati assoluti, facendo poi impazzare i dati relativi nella casistica che tiene conto della relazione fra popolazione residente (siamo pur sempre un comune di soli 1’300 abitanti) e violazioni del Codice penale. Altro mistero svelato riguarda l’aumento del 230 % delle infrazioni alla legge sulle sostanze stupefacenti: una “retata” in occasione di un goa party può infatti far impennare le statistiche andando così a distorcere la realtà dei fatti che realmente concernono la popolazione del nostro Comune.

Tranquillizziamoci dunque: Mesocco non è improvvisamente diventata la capitale del crimine e le statistiche vanno prima di tutto interpretate.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors