• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Ricordiamoli - i nostri cari
mercoledì 30 marzo 2016.
Luigi Frizzo: non solo un esempio, ma un grande esempio

Un sentito e corale applauso quello espresso dalle molte persone che hanno accompagnato Luigi Frizzo all’ultima dimora. Un applauso chiesto da un suo amico perchè la vita di Luigi è stata un esempio. Ed un esempio lo è stato veramente. Un esempio di fiducia verso quella stessa vita che l’aveva costretto ad attraversarla con il bastone bianco, un esempio di fiducia verso chi lo avrebbe accompagnato, ma soprattutto un esempio di fiducia verso sè stesso, verso quella forza interiore, quella positività che gli avrebbe permesso di compiere un cammino che ai più sembra impossibile. Non solo: Luigi lo ha fatto con il sorriso sulle labbra, con la speranza, addirittura con la sicurezza di riuscirci. Lo capiva chi incontrava Luigi fiero e felice accanto a sua moglie e alla sua bambina, lo capiva chi si intratteneva con lui e ne recepiva l’ottimismo e l’interesse per l’interlocutore e le sue vicende, lo capiva chi lo “incontrava” in Facebook dove di Luigi si scopriva un’anima poetica e sensibile, che parlava nella notte delle stelle, delle meraviglie del mondo e dell’universo; al punto che non potevi fare a meno di porti una domanda: ma lui cieco non “vede” più di me, vedente? Non “vede” lui il bello che io non vedo, non recepisce lui meglio di me tutto ciò che di meraviglioso il mondo ci ha dato, non conosce lui molto più di me cosa siano vita e sentimenti? Ma in Luigi c’erano anche la consapevolezza di sè stesso e dell’ingiustizia umana, una consapevolezza che svelava la sua citazione preferita in Facebook: “meglio non vedere che vedere cose ingiuste”. Significativa in Facebook anche l’immagine scelta da Luigi. Un cielo azzurro, una montagna bianca e un grande aereo bianco che punta verso il cielo. Quel cielo che lui ha ora raggiunto, lasciandoci quell’esempio, quella grande lezione di vita dalla quale imparare. Un pensiero a lui, alla sua famiglia e a quel cielo.
Nicoletta Noi-Togni

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors