• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Agenda
martedì 12 aprile 2016.
Lo stesso mare
documentario

Ci è data l’occasione di presentare al Centro culturale di Circolo, grazie alla gentilezza e disponibilità del regista RSI, Stefano Ferrari, il documentario “Lo stesso mare”. Il filmato tratta il tema dei profughi e migranti che sono sbarcati e che sbarcano tuttora sulle coste italiane.
Ogni giorno dal Mediterraneo continuano ad arrivare notizie di sbarchi e troppo spesso di naufragi che accendono ogni volta per poco tempo i fari dei media.
Stefano Ferrari decide di prendersi un periodo di congedo, raccoglie tra gli amici ogni tipo d’indumento e parte da Bellinzona con il furgone prestatogli dalla sua squadra di basket per un viaggio in solitaria attraversando tutta l’Italia.
La meta è il CARA (Centro Accoglienza Richiedenti Asilo) di Mineo, il campo profughi più grande d’Europa: l’ex base militare americana isolata nella pianura a sud di Catania, traboccante di circa 4’000 anime.
Il film porta a galla due realtà, due stati d’animo: da una parte quello di un’Italia che accoglie e che allo stesso tempo è schiacciata da una crisi senza precedenti e dall’altra quello di molti disperati che vedono nell’Europa una Terra promessa, una via di fuga da povertà e persecuzioni.
Il regista Stefano Ferrari - che firma ’Lo stesso mare’ insieme a Christine Fornera e Gerardo Wuthier - ha voluto andare oltre la contabilità degli sbarchi, per conoscere da dove vengono, che faccia hanno, cosa sognano queste persone.

Stefano Ferrari sarà presente alla proiezione e al termine si potranno porre domande e intavolare discussioni in merito all’enorme e drammatico problema dei profughi che affligge il nostro tempo presente.

Vi aspettiamo numerosi al Centro cultuale di Circolo a Soazza giovedì 21 aprile 2016 con inizio alle ore 20:00

Benvenuti!
Entrata libera.

Locandina nell’allegato:

PDF - 627.7 Kb
top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors