• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
giovedì 14 aprile 2016.
Comunicato del Governo del 14 aprile 2016

Nella sua seduta il Governo ha preso posizione in merito al pacchetto di ordinanze agricole 2016 e alla legge federale sul trattamento fiscale delle sanzioni finanziarie. Esso ha inoltre approvato un progetto stradale per la sistemazione della strada del Lucomagno.

Indagine conoscitiva sul pacchetto di ordinanze agricole 2016
Il Governo ha preso posizione in merito al pacchetto di ordinanze agricole 2016 della Confederazione. Con tale pacchetto di ordinanze agricole vengono proposte modifiche per snellire l’amministrazione e ridurre l’onere amministrativo. Le modifiche concernono sei ordinanze. Il Cantone dei Grigioni accoglie con sostanziale favore tali modifiche, essendo chiaramente riconoscibile l’obiettivo di snellire l’amministrazione. Il Consiglio federale intende però adeguare un numero molto elevato di disposizioni, in particolare quelle contenute nell’ordinanza sui pagamenti diretti. Per singole disposizioni, introdotte soltanto due anni fa, è prevista una modifica essenziale. Questi continui cambiamenti provocano insicurezza tra gli interessati nonché un maggiore onere di lavoro e costi supplementari anche per chi si occupa dell’esecuzione. Per questa ragione, una certa continuità sarebbe importante per tutti gli interessati. Inoltre, bisogna badare affinché la considerazione delle esigenze di piccoli gruppi non porti a notevoli limitazioni, a un onere di lavoro maggiore e a insicurezze. Il Consiglio federale intende anche disciplinare l’attuazione della protezione di prodotti dell’economia forestale, come ad esempio il legname rotondo, nell’ordinanza "sulla protezione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei prodotti agricoli". Il Governo respinge tale proposta per le difficoltà di delimitazione e chiede di creare per le nuove regole di protezione una nuova ordinanza per prodotti dell’economia forestale.


Consultazione relativa alla legge federale sul trattamento fiscale delle sanzioni finanziarie
Il Governo ha partecipato alla procedura di consultazione relativa alla legge federale sul trattamento fiscale delle sanzioni finanziarie. L’avamprogetto contiene disposizioni esplicite secondo cui le multe, le pene pecuniarie e le sanzioni amministrative di natura finanziaria che perseguono uno scopo penale non sono fiscalmente deducibili.
Nonostante dubbi legati al diritto fiscale, il Governo si associa alla proposta della non deducibilità delle multe, delle pene pecuniarie e delle sanzioni amministrative. Esso non ritiene però praticabile una compensazione delle spese processuali perché soltanto la conferma della multa inflitta, rilasciata dall’ultima istanza, può portare a una non deducibilità. Secondo il Governo deve essere evitata una tale insicurezza giuridica che si protrarrà per anni.

Approvato il progetto stradale per la sistemazione della strada del Lucomagno
Il Governo ha approvato il progetto stradale per la sistemazione della strada del Lucomagno, tratto galleria di protezione dalle valanghe Scopi 1 + 2. Il comprensorio interessato dal progetto si trova sul versante est della valle al di sopra del lago artificiale Santa Maria, subito prima del passo. Allo scopo di risistemare la galleria per un’ulteriore e adeguata durata di esercizio sono necessarie misure di rinnovo principalmente ai bordi della carreggiata, nonché misure di consolidamento dei soffitti della galleria. Al contempo si procede anche a una sistemazione del ponte Scopibach integrato nella galleria di protezione dalle valanghe. La galleria, suddivisa in 108 blocchi, presenta una lunghezza complessiva di 1948 metri.

La strada del Lucomagno rappresenta un importante collegamento tra il Cantone dei Grigioni e il Canton Ticino. Dalle ispezioni dell’opera edilizia effettuate nel 2011 è emerso che la galleria di protezione dalle valanghe realizzata negli anni Sessanta è danneggiata. Una sistemazione della galleria è inevitabile. Inoltre, l’opera edilizia non soddisfa i requisiti posti alla sicurezza strutturale richiesti dalle norme attualmente vigenti relative agli effetti delle valanghe.

Approvazione del progetto "Bachverbauung Tällibach" nella Valle di Safien
Il Governo ha approvato il progetto di sistemazione del torrente Tällibach e ha concesso un contributo cantonale pari a 443 500 franchi. Il progetto ha l’obiettivo di garantire la protezione dell’approvvigionamento idrico nel Comune di Safiental. A tal fine, la zona viene messa in sicurezza con la costruzione di cosiddette traverse di fondo nel Tällibach.
L’approvvigionamento idrico di Tenna è minacciato dalle attività erosive del Täällibach e dal conseguente abbassamento dell’alveo del torrente, ciò che potrebbe lasciare scoperta la condotta dell’acqua sotto il Tällibach con conseguente rischio di danneggiamento. Inoltre, la zona sorgiva e le captazioni d’acqua sono messe in pericolo a seguito dell’erosione delle sponde del Tällibach. Date queste circostanze, il Comune di Safiental ha incaricato l’Ufficio foreste e pericoli naturali di valutare ed elaborare misure tecniche per ridurre il pericolo. Sia secondo la legislazione forestale federale, sia secondo quella cantonale, i Cantoni sono tenuti a provvedere alla sicurezza di determinate zone, se lo esige la protezione della vita umana e di beni materiali considerevoli.

top

“Dominio d’uno buono si dice Regno e Monarchia; d’uno malo si dice Tirannia; di più buoni si dice Aristocrazia; di più mali Oligarchia; di tutti buoni Polizia; di tutti mali Democrazia.”

TOMMASO CAMPANELLA

 
Sponsors