• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Lettere dei lettori
sabato 30 aprile 2016.
"Bellezze per il turismo al posto di rovine"; questo chiede il Gran Consiglio in un incarico da inoltrare a Berna.
di Rodolfo Fasani

Una grande maggioranza del Gran Consiglio (86 favorevoli e 24 contrari) vuole poter ristrutturare cascine e stalle nel Cantone dei Grigioni, sulla base di quanto si sta facendo nel vicino Canton Ticino.

In un incarico inoltrato dal gran consigliere PPD della valle dell’Albula Reto Crameri, il quale spiega l’urgente intervento dicendo che "non sono cinque minuti a mezzogiorno, ma bensì cinque minuti dopo mezzogiorno" per il problema dei rustici sul Cantone dei Grigioni. Diversi gli interventi a favore da parte dell’italianità in Parlamento, i quali hanno messo in particolare risalto le particolarità dei rustici sparsi nelle regioni del Grigioni italiano.
Si è tenuto a far notare che pur sostenendo e riconoscendo l’utilità di un museo, non si ritiene opportuno che ogni costruzione fuori zona diventi un museo per attestare alle generazioni future le radici dei tempi passati. Si devono finalmente toccare con mano i cambiamenti strutturali verificatisi negli ultimi decenni nell’agricoltura.
La situazione delle valli italofone dei Grigioni è paragonabile a quella del Canton Ticino dove il Consiglio federale, valutati gli inventari, ha finora concesso dai 7 agli 8000 permessi speciali di ristrutturazione dei fuori zona, il che sta a significare che la legge è soggetta ad altre interpretazioni.
Nelle nostre vallate si praticava la transumanza, partendo dal fondovalle per arrivare a tappe fino agli alpeggi. Il territorio è quindi cosparso di stabili legati all’agricoltura rurale di un tempo.
L’ordinanza federale e cantonale dovrebbe permettere quindi il cambiamento di destinazione della maggior parte delle abitazioni esistenti, come del resto sostenuto dalla conferenza dei Governi dei cantoni alpini e dell’Associazione grigionese per lo sviluppo del territorio.
Si ritiene non proponibile chiedere di mantenere in piedi una costruzione che non ha più nessuna utilità per il proprietario. Solo la rovina quindi è una strada senza ritorno.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors