• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Regionale
venerdì 6 maggio 2016.
Parc Adula non cede sul principio del bottom-up e sullo sviluppo economico nella zona periferica

Dopo aver valutato oltre 650 osservazioni dei Comuni, degli Enti interessati e dei privati che hanno dato un positivo impulso al progetto, l’Associazione Parc Adula ha preso atto con rammarico delle recenti prese di posizione degli Uffici federali in relazione alla Charta Parc Adula. In queste vengono espressi alcuni concetti che non coincidono con le basi sulle quali è stato sviluppato il progetto in oltre 15 anni di lavoro attraverso un processo definito “bottom-up” (dal basso verso l’alto) e che si pone quale obiettivo il libero sviluppo della natura nella zona centrale e uno sviluppo economico sostenibile nella zona periferica. Le citate prese di posizione sono anche per parte in contraddizione con quanto concordato con le autorità cantonali preposte al progetto.

L’Associazione Parc Adula è molto sorpresa da queste tardive prese di posizione degli Uffici federali e non ha esitato a segnalare la propria preoccupazione alla Consigliera federale Signora Doris Leuthard (Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni), riservandosi di incontrarla nelle prossime settimane. Il Gruppo Operativo intende comunque sottoporre a voto popolare il progetto entro la fine del 2016 e sta pertanto valutando gli ulteriori passi per la preparazione della definitiva Charta.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors