• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Varie
martedì 24 maggio 2016.
Qualità delle acque lacustri prospicienti stabilimenti balneari - risultati della serie preliminare di analisi maggio 2016

Durante la stagione balneare (generalmente da giugno a settembre) la legge prevede controlli ufficiali della qualità dell’acqua prospiciente spiagge organizzate. Conformemente al Regolamento sull’ igiene delle acque balneabili (del 12 luglio 2011, modifica del 14 giugno 2013), il controllo e la valutazione di queste acque di balneazione sono di competenza del Laboratorio cantonale che applica modalità e criteri previsti nel documento «Valutazione delle acque di balneazione - Raccomandazioni concernenti il rilevamento e la valutazione della qualità delle acque di siti di balneazione lacustri e fluviali» pubblicato dagli uffici federali dell’ambiente (UFAM) e della sanità pubblica (UFSP). Il Laboratorio cantonale decide i provvedimenti per proteggere i bagnanti come da raccomandazioni contenute nel citato documento.

Sono considerate spiagge organizzate i lidi lacustri e fluviali destinati al bagno e al nuoto, messi a disposizione del pubblico e dotati di un minimo di infrastrutture per la balneazione. In particolare sono spiagge organizzate i lidi degli stabilimenti balneari, i lidi degli esercizi pubblici e i lidi dei campeggi.

Sono invece considerate spiagge libere (o bagno vago) i lidi lacustri e fluviali privi di infrastrutture per la balneazione e frequentati a tale scopo dal pubblico senza che l’autorità competente lo sconsigli espressamente. Il controllo e la valutazione di queste acque di balneazione così come l’adozione di provvedimenti competono ai Municipi secondo gli stessi criteri applicati alle spiagge organizzate. Per quanto concerne le spiagge libere lacustri e fluviali, i Municipi possono avvalersi della collaborazione logistica del Laboratorio cantonale.

Dal 2015 il Laboratorio cantonale pubblica mensilmente sulla pagina specifica dedidata alla balneabilità del sito dell’Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana (OASI) i risultati delle analisi svolte sulle acque lacustri e fluviali. Questo strumento permette a chi è interessato alla qualità dell’acqua di uno specifico stabilimento o sito di vedere i dati attuali e storici anche in formato cartografico.

Sono stati pubblicati oggi i dati sulla qualità delle acque di balneazione nel mese di maggio 2016 relativi agli 80 punti di monitoraggio presenti sui laghi Verbano e Ceresio (sui fiumi la stagione inizia un mese dopo). Trattasi della consueta serie di analisi eseguita ogni anno prima dell’apertura della stagione balneare, per verificare che le condizioni non sono mutate. Per questo 2016 il LC si avvale -tra l’altro- della preziosa collaborazione logistica della Polizia lacuale. I risultati mostrano come la qualità delle acque di balneazione in Ticino sia costantemente su livelli di eccellenza.

Informazioni dettagliate sui criteri di valutazione, sui provvedimenti in caso di situazioni inaspettate che potrebbero influire negativamente sulla qualità delle acque e sulla salute dei bagnanti (p. es. inquinamenti di breve durata o situazioni anomale), nonchè su come il sistema di monitoraggio ticinese è inserito nel contesto europeo sono visibili alla pagina specifica dedicata alle spiagge del sito web del Laboratorio cantonale.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors