• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Comunicati
giovedì 2 giugno 2016.
In futuro la Centrale per chiamate d’emergenza sanitaria 144 sarà gestita dal Cantone

Il Governo ha deciso di incaricare l’Ufficio dell’igiene pubblica della gestione della Centrale per chiamate d’emergenza sanitaria (CES) 144. Rinuncia così ad affidare la gestione all’Ospedale cantonale dei Grigioni, che nella gara d’appalto ha presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa. L’assistenza nella regione ospedaliera rimane garantita da parte del Servizio ambulanza dell’ospedale regionale della Surselva.

I motivi che hanno indotto il Governo a decidere che in futuro la CES 144 sarà gestita dal Cantone sono i seguenti:
◾La CES 144 è l’elemento fondamentale dell’assistenza medica d’emergenza nel Cantone. Nel proprio elenco delle infrastrutture critiche della Svizzera, l’Ufficio federale della protezione della popolazione pone le centrali d’intervento dei servizi ambulanza allo stesso livello di quelle di polizia e pompieri.
◾Per quanto noto, in tutti gli altri Cantoni le centrali per chiamate d’emergenza sanitaria sono gestite dall’ente pubblico stesso.
◾In questo modo è possibile garantire autonomamente la sicurezza d’esercizio.
◾Con l’aggiudicazione a un terzo, il Cantone sarebbe dipendente da quest’ultimo. In questo modo potrebbero risultare non più garantite la sicurezza d’esercizio e la sicurezza dell’assistenza per la popolazione e i turisti a ciò correlata.
◾La situazione relativa al diritto del personale dei collaboratori della CES 144 è identica a quella dei collaboratori della centrale operativa della Polizia cantonale.

Questa decisione dà seguito alla raccomandazione della Commissione di salvataggio cantonale.

L’offerta dell’Ospedale cantonale dei Grigioni è risultata la più vantaggiosa
Nel mese di dicembre del 1998, il Governo ha attribuito all’ospedale regionale della Surselva di Ilanz l’esercizio della Centrale per chiamate d’emergenza sanitaria 144. Nel quadro della procedura di aggiudicazione, l’ospedale regionale della Surselva aveva presentato l’offerta più vantaggiosa. Il corrispondente contratto è stato stipulato a tempo indeterminato con un termine di disdetta di 24 mesi. La Centrale per chiamate d’emergenza sanitaria 144 è entrata in funzione il 1° luglio 1999.

Poiché il legame contrattuale esistente tra il Cantone dei Grigioni e l’ospedale regionale della Surselva persisteva complessivamente già da oltre 16 anni e periodicamente è necessario pubblicare un bando di concorso, con decreto del 7 dicembre 2015 il Governo ha disdetto il rapporto contrattuale con effetto al 31 dicembre 2017.

Il 15 febbraio 2016 l’Ufficio dell’igiene pubblica ha messo a concorso, in procedura aperta, il mandato di prestazioni di servizio per l’esercizio di una centrale per chiamate d’emergenza sanitaria CES 144 nel Cantone dei Grigioni. Hanno presentato offerte l’Ospedale cantonale dei Grigioni e l’ospedale regionale della Surselva. L’offerta dell’Ospedale cantonale dei Grigioni è risultata essere quella economicamente più vantaggiosa. In caso di aggiudicazione dell’esercizio della CES a terzi, l’appalto avrebbe dovuto di conseguenza essere assegnato a quest’ultimo.

Situazione attuale della CES 144
A seguito di gravi difficoltà in cui versava la CES 144 in relazione al personale, a inizio maggio, in occasione di un incontro congiunto tra l’ospedale regionale della Surselva, il Cantone e la CES 144 sono state adottate misure immediate. In tale occasione l’Ufficio dell’igiene pubblica ha messo a disposizione ad interim una collaboratrice per la direzione della CES 144. Ciò si è reso necessario a seguito dell’impossibilità da parte dell’ospedale di affidare questo compito a una persona alle sue dipendenze.

In considerazione del fatto, incontestato dallo stesso ospedale regionale della Surselva, che a seguito della mancanza di personale l’esercizio della CES 144 a Ilanz viene mantenuto solo con estrema difficoltà nonché con ore straordinarie e rinuncia alle vacanze da parte dei collaboratori e che di conseguenza, a seguito di sovraffaticamento e di eventuali altre possibili disdette, esiste il rischio di un collasso del sistema, il Governo ha incaricato l’Ufficio dell’igiene pubblica di discutere con l’ospedale di Ilanz uno scioglimento anticipato del contratto in corso per la gestione della CES 144. Ciò permetterebbe di aggregare la CES 144 alla centrale operativa della Polizia cantonale già nel corso del 2017. Il 25 maggio 2016 il presidente del consiglio d’amministrazione dell’ospedale regionale della Surselva ha annunciato al direttore del Dipartimento della sanità la disponibilità dell’ospedale a una trattativa in tal senso.

Il trasferimento della CES 144 non avrà conseguenze per i servizi ambulanza degli ospedali
Il trasferimento della CES 144 con effetto al 1° gennaio 2018 o eventualmente prima non avrà conseguenze per la copertura della regione ospedaliera Surselva, come pure delle altre regioni ospedaliere, con un servizio ambulanza.
Conformemente alla legge sulla cura degli ammalati, gli ospedali sono tenuti a gestire un efficiente servizio pre-ospedaliero di soccorso e trasporto sanitario nella loro regione ospedaliera. L’ospedale regionale della Surselva è perciò tenuto a gestire il servizio ambulanza anche dopo il trasferimento della CES 144. A questo scopo riceve un contributo proporzionale dal credito complessivo messo a disposizione dal Gran Consiglio per il servizio di trasporto di malati e infortunati degli ospedali.

Il Dipartimento della sanità sottopone gli atti alla CdG
A seguito delle riserve formulate dai media, il Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità ha invitato la CdG a sottoporre a un esame approfondito i processi relativi alle misure d’emergenza adottate volte a garantire l’esercizio della centrale per chiamate d’emergenza sanitaria.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors