• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Ricordiamoli - i nostri cari
mercoledì 17 agosto 2016.
In memoria di Giuliana Raveglia-Coggi

Ricordando un’amica
Se penso a Giuliana, rivedo una bambina quieta ed educata, seduta nel suo banco nell’aula scolastica che condividevamo nella scuola di San Vittore. La vedo composta ed assennata seguire la lezione e poi avviarsi verso Pala, a casa, dove l’attendevano i nonni - come lei chiamava la nonna e il nonno - che amorevolmente l’attendevano. Poi, come accade soventemente, c’eravamo “perse di vista”. Giuliana aveva frequentato il Collegio Santa Maria a Bellinzona e per un po’di tempo non l’avevo più incontrata. Sposatasi con Marco era poi ritornata ad abitare a San Vittore, nell’elegante casa, vicino alla stazione della nostra giovinezza, dove del resto Giuliana aveva abitato da piccola con i suoi genitori ed i fratelli. L’avevo così di nuovo incontrata e sentita felice ed orgogliosa della sua famiglia, padrona di casa perfetta quando le si faceva visita, e attenta alle necessità della zia Elsa che viveva nella stessa casa. Una buona vita quella di Giuliana, che si è spenta troppo presto lasciando un gran vuoto tra i suoi.
Uscendo dalla chiesa, dove l’avevamo ricordata, ho guardato la bambina bionda della quale Giuliana è nonna. Mi sono detta che, se lasciamo qualcosa di così prezioso sulla terra, in fondo non moriamo. Sia questo un pensiero di consolazione per chi rimane.

Nicoletta

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors