• 12344 Depistanti!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Comunicati
venerdì 2 settembre 2016.
Il Governo dà avvio alla consultazione relativa a una nuova legge cantonale sulla cittadinanza

Il Governo grigionese ha dato il via libera alla consultazione relativa a un progetto di revisione totale della legge cantonale sulla cittadinanza. L’obiettivo del progetto consiste nell’adeguare la legge cantonale sulla cittadinanza al diritto federale riveduto e alle esigenze della prassi giuridica nonché nel creare una sistematica di più facile accesso.

Il 1° gennaio 2018 entrerà in vigore la revisione totale della legge federale sulla cittadinanza svizzera. Tale revisione rende necessario un adeguamento della legge cantonale sulla cittadinanza, che disciplina l’acquisizione e la perdita della cittadinanza cantonale e dell’attinenza comunale. A titolo di novità, per una naturalizzazione il diritto federale riveduto richiede ad esempio il permesso di domicilio nonché conoscenze scritte di una lingua nazionale. La Confederazione va quindi oltre le condizioni oggigiorno richieste nel Cantone dei Grigioni. Inoltre, nel diritto cantonale deve essere considerata anche l’armonizzazione dei termini di domicilio cantonali e comunali introdotta dalla Confederazione. Nel Cantone dei Grigioni, tale armonizzazione porta a una riduzione in parte notevole della durata del soggiorno minima vigente nei comuni. La revisione rappresenta però anche l’occasione per tenere conto di varie esigenze della prassi giuridica, ad esempio i cittadini svizzeri dovranno adempiere condizioni di idoneità meno severe rispetto ai richiedenti stranieri. Infine, con una nuova sistematica si mira a facilitare l’accesso alla legge.

L’entrata in vigore della legge è prevista per il 1° gennaio 2018. La consultazione durerà fino al 1° dicembre 2016. La documentazione relativa alla consultazione può essere scaricata da internet all’indirizzo www.gr.ch/Procedure di consultazione in corso oppure essere ordinata presso il Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità (tel. 081 257 25 16).

Persona di riferimento:
Presidente del Governo Dr. Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01, e-mail Christian.Rathgeb@djsg.gr.ch
 

top

C’è più imbecilli tra i dotti che tra gli ignoranti: più villanie si commettono in città che in campagna: più barbarismi diconsi nelle accademie che nel mercato: più atti di barbarie si fanno in gente incivilita che in barbara.

Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

 
Sponsors