• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
martedì 13 settembre 2016.
Prezzi dell’elettricità 2017: tariffe in leggero calo per i nuclei familiari

Nel 2017 in Svizzera i prezzi dell’elettricità nell’ambito del servizio universale diminuiscono leggermente per i nuclei familiari. Ciò risulta dai calcoli effettuati dalla Commissione federale dell’energia elettrica (ElCom). Un nucleo familiare tipo pagherà il prossimo anno 20,2 centesimi per chilowattora (cts/kWh). Ciò corrisponde a una riduzione di 0.4 cts/kWh (- 2 %).

Entro il 31 agosto 2016, i circa 660 gestori della rete di distribuzione svizzera hanno dovuto comunicare ai loro clienti e alla ElCom le tariffe elettriche per il prossimo anno. Secondo i calcoli dei valori mediani da parte della ElCom, la situazione si presenta come segue:

◾circa un terzo dei gestori di rete aumenterà le tariffe, mentre i restanti due terzi le diminuirà;
◾un nucleo familiare tipo con un consumo annuo di 4’500 kWh, pagherà 20,2 cts/kWh nel 2017, ovvero 0.4 cts/kWh (-2%) in meno rispetto al 2016. La fattura annuale corrisponderà a 910 franchi (- 20 frs.).

Le tariffe sono composte dal corrispettivo per l’utilizzazione della rete (costi di rete), dai prezzi dell’energia, dalla rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC), nonché dai tributi e dalle prestazioni agli enti pubblici.

Per il 2017 si riscontrano tendenze tra loro contrastanti: da un lato si assiste ad una leggera riduzione dei costi di rete. Per un nucleo familiare tipo, i costi di rete diminuiranno di 0,2 cts/kWh e raggiungeranno 9,8 cts/kWh (- 2%). Anche i prezzi dell’energia diminuiranno per i nuclei familiari di 0,2 cts/kWh e saranno pari a 7,6 cts/kWh (- 3%). Dall’altra parte, a partire dal 1° gennaio 2017 la RIC aumenterà per tutti i consumatori finali di 0,2 cts/kWh, portandosi a 1,5 cts/kWh (+ 15%). La ragione è da ricercare nuovamente nei maggiori incentivi per la produzione di energia elettrica a partire da fonti rinnovabili. I tributi e le prestazioni agli enti pubblici resteranno sostanzialmente stabili e ammonteranno a 0,9 cts/kWh per un nucleo familiare.

Su scala nazionale, i prezzi continuano a variare sensibilmente da un gestore di rete all’altro a causa delle differenze dei costi di rete e delle tariffe dell’energia elettrica:
◾le differenze tra i vari costi di rete risultano dalla topografia del comprensorio d’approvvigionamento, dai comportamenti di consumo dei consumatori finali o dai diversi gradi di efficienza dei gestori della rete;
◾le diverse tariffe dell’energia elettrica dipendono dalle differenze nel mix dei prodotti ecologici o dalla quota di energia prodotta in proprio. I gestori di rete titolari di contratti di acquisto di energia favorevoli possono offrire l’energia a prezzi più convenienti rispetto a quelli delle aziende con un’elevata quota di energia prodotta in proprio più cara. Vi sono inoltre differenze considerevoli per quanto concerne i margini di commercializzazione dei gestori di rete;
◾per alcuni gestori di rete, svolgono un ruolo fondamentale i tributi e le prestazioni agli enti pubblici, la cui variazione a livello nazionale è notevole.

La ElCom constata che la quota annuale degli investimenti dei gestori di rete è positiva: gli investimenti annuali superano gli ammortamenti. Questi ultimi possono essere inclusi nei prezzi dell’elettricità.

Le tariffe 2017 dei singoli Comuni e gestori della rete di distribuzione possono essere consultate e confrontate già da ora sul sito Internet della ElCom in materia di tariffe www.prezzi-elettricita.elcom.... I dati sono forniti dai gestori di rete direttamente alla ElCom, che provvede a pubblicarli immediatamente. La responsabilità della qualità dei dati è quindi dei gestori di rete. Il 5% circa dei gestori rete, purtroppo, non ha provveduto a trasmettere i dati entro il termine previsto. Per i relativi comprensori non è quindi ancora possibile consultare le nuove tariffe. Sulla base delle loro dimensioni non sono tuttavia da prevedere modifiche dei presenti risultati. La ElCom richiamerà i gestori di rete inadempienti.

Le quattro componenti del prezzo dell’elettricità

1. Tariffa per l’utilizzazione della rete
Prezzo del trasporto dell’energia elettrica sulla rete dalla centrale fino al consumatore. Gli introiti servono a finanziare la realizzazione, la manutenzione e l’esercizio della rete elettrica.
2. Prezzo dell’energia
Prezzo dell’energia elettrica fornita. Questa energia è prodotta dal gestore di rete con centrali proprie oppure viene da esso acquistata da fornitori.

3. Tributi a enti pubblici
Tributi e tasse comunali e cantonali. Comprendono, per esempio, le tasse di concessione o imposte sull’energia locali.

4. Tasse federali
Tassa federale per la promozione delle energie rinnovabili (rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica RIC) e per la protezione delle acque e della fauna ittica. L’ammontare della tassa è fissato annualmente dal Consiglio federale e nel 2017 ammonterà a 1,5 ct./kWh (2016: 1,3 ct./kWh).

top
 
Sponsors