• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
mercoledì 14 settembre 2016.
Votazione relativa alla candidatura per i giochi olimpici 2026 nei Grigioni il 12 febbraio 2017

Il Governo ha oggi deciso di sottoporre al Gran Consiglio per la sessione di dicembre 2016 un messaggio relativo alla candidatura dei Grigioni per l’organizzazione dei giochi olimpici e paralimpici invernali 2026. Se il Gran Consiglio darà il proprio consenso alla candidatura, il 12 febbraio 2017 avrà luogo la votazione popolare.

Le organizzazioni mantello dell’economia grigionese hanno consegnato al Governo il dossier definitivo "Grobkonzept für Olympische Winterspiele Graubünden & Partner 2026". Sulla base di questo dossier, che dovrà essere ulteriormente sviluppato, con il messaggio al Gran Consiglio si chiederà un credito d’impegno lordo di 25 milioni di franchi per la presentazione di una candidatura grigionese e la partecipazione al processo di candidatura internazionale. Rimane ancora da chiarire la partecipazione finanziaria di altri partner; il carico effettivo per il Cantone sarà tuttavia considerevolmente inferiore.

Con questo passo, il Governo tiene conto del fatto che Swiss Olympic ha modificato il proprio scadenzario relativo alle candidature. Il consiglio esecutivo deciderà infatti già a metà marzo 2017 se e con quale piano sarà annunciata una candidatura svizzera al Comitato olimpico internazionale. La ratifica della decisione da parte del parlamento dello sport seguirà a fine marzo 2017. Il Governo individua notevoli opportunità in una candidatura per i giochi olimpici e paralimpici invernali 2026 e considera intatte le possibilità di ottenere la nomina nella procedura nazionale. Se la votazione popolare darà esito positivo, i Grigioni potranno partecipare al processo di candidatura con il benestare del Popolo. Sarebbe quindi data la legittimazione politica richiesta e sarebbero disponibili i mezzi necessari per portare avanti il processo in modo promettente. Il Governo ritiene che questo sia il principale argomento a favore della procedura scelta.

In una seconda votazione, che si terrebbe presumibilmente nell’autunno del 2018, il Popolo potrebbe poi decidere in merito al progetto definitivo, con il necessario grado di dettaglio. Questo progetto definitivo sarà ulteriormente elaborato in caso di decisione positiva relativa alla candidatura.

Il Governo è consapevole del fatto che svolgere già in febbraio 2017 una votazione relativa alla candidatura richiede uno sforzo straordinario da parte di tutti gli interessati. Si rivolgerà perciò senza indugio alla direzione del Gran Consiglio, al fine di garantire la necessaria rapidità nella trattazione dell’affare. Avvierà inoltre i colloqui con i partiti politici, i gruppi parlamentari e altre cerchie interessate affinché lo scadenzario proposto possa essere rispettato e si possa procedere alla necessaria opera di persuasione in vista della votazione popolare. I principali partner sono e rimarranno le organizzazioni mantello dell’economia grigionese.

Benché il tempo per la formazione dell’opinione da parte della popolazione sarà relativamente breve, il Governo è fiducioso del fatto che gli aventi diritto di voto si lasceranno persuadere dell’attrattiva e delle conseguenze positive associate a una candidatura per i giochi olimpici e paralimpici invernali 2026.

top

“Dominio d’uno buono si dice Regno e Monarchia; d’uno malo si dice Tirannia; di più buoni si dice Aristocrazia; di più mali Oligarchia; di tutti buoni Polizia; di tutti mali Democrazia.”

TOMMASO CAMPANELLA

 
Sponsors