• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Comunicati
mercoledì 14 settembre 2016.
Il test etilometrico avrà valore probatorio

 Il prossimo 1° ottobre sarà introdotto in Svizzera l’accertamento etilometrico probatorio. In futuro, durante i controlli stradali a opera della polizia, il prelievo del sangue verrà effettuato solo in casi eccezionali: a essere rilevata non sarà più la quantità di alcol nel sangue, bensì la sua concentrazione nell’aria espira-ta. Cambieranno pertanto unità di misura e valori, ma regole e norme non subi-ranno un inasprimento e rimarranno invariate. L’introduzione del nuovo metodo avverrà gradualmente, in attesa che tutti i Cantoni dispongano degli apparecchi abilitati.

L’inabilità alla guida può essere accertata già oggi tramite un test etilometrico. Il risultato ha tuttavia valore probatorio soltanto se inferiore allo 0,80 per mille e se riconosciuto dal soggetto interessato mediante apposizione della propria firma. In tutti gli altri casi lo stato di ebbrezza deve essere avvalorato da un esame del sangue. I nuovi etilometri sono invece in grado di rilevare la concentrazione di alcol nell’aria espirata in modo così preciso e affidabile che l’esito acquista valenza probatoria in sede giudiziale. Per escludere qualsiasi possibilità di errore, l’apparecchio effettua due misurazioni a distanza di pochi secondi l’una dall’altra: soltanto se entrambi i valori coincidono viene visualizzato un risultato valido. Gli unici apparecchi a essere ammessi sono quelli omologati e periodicamente tarati dall’Istituto federale di metrologia METAS. 0,5 per mille corrisponde a 0,25 milligrammi al litro Il nuovo metodo determina una modifica di unità di misura e valori. Gli etilometri non indicano più l’alcolemia espressa in per mille (grammo di alcol per chilogrammo di sangue), bensì i milligrammi di alcol per litro di aria espirata (mg/l). Le cifre si dimezzano, ma nella sostanza corrispondono ai limiti già noti: l’attuale tasso alcolico dello 0,5 per mille equivarrà a 0,25 milligrammi al litro, lo 0,8 per mille a 0,4 milligrammi al litro. Regole e norme rimarranno pertanto invariate. L’accertamento etilometrico probatorio, di cui il Consiglio federale ha fissato l’introduzione per il 1° ottobre 2016, è partintegrante del programma «Via Sicura», varato dal Parlamento nel 2012 per aumentare la sicurezza stradale. Ci vorrà tuttavia ancora del tempo prima che tutti i corpi di polizia siano attrezzati con i nuovi apparecchi. Sino ad allora il controllo del tasso di alcolemia continuerà a essere effettuato tramite il prelievo del sangue. Questo tipo di test non scomparirà comunque del tutto: potrà essere disposto dalla polizia in determinati casi (p. es. sospetta assunzione di sostanze stupefacenti o di medicinali, consumo di alcol successivo, malattie delle vie respiratorie, incidente) o richiesto dagli stessi conducenti. Il nuovo sistema ha tre vantaggi: elimina il prelievo del sangue in ospedale, è più economico e l’esito è disponibile nel giro di pochi minuti. Inoltre ha già dato buoni risultati ed è accettato da molti anni in altri Paesi come Francia, Austria, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Italia, Lussemburgo, Spagna, Portogallo e Germania.

Ecco come funziona

L’introduzione dell’accertamento etilometrico probatorio non modificherà di molto le modalità dei controlli a opera della polizia. Chi vi sarà sottoposto dovrà soffiare come sinora dapprima nel tubicino dell’etilometro. Se il risultato è

- inferiore a 0,25 mg/l (sinora 0,5 ‰), potrà rimettersi al volante (a patto di non sottostare al divieto di guida sotto l’effetto dell’alcol, come i neopatentati o i conducenti professionisti cui viene rilevato un valore superiore a 0,05 mg/l);

- compreso tra 0,25 mg/l e 0,4 mg/l (sinora tra 0,5 e 0,8 ‰), potrà accertarlo firmando. In caso di rifiuto, seguirà l’accertamento con il nuovo apparecchio (al posto dell’attuale prelievo del sangue); - pari a 0,4 mg/l o superiore (sinora 0,8 ‰ o più), sarà obbligato a sottoporsi al test con l’etilometro probatorio (al posto dell’attuale prelievo del sangue).

Spetterà alla polizia decidere se portare con sé i nuovi etilometri nei veicoli di servizio o tenerli presso le rispettive stazioni.

top

Non è possibile o non è facile mutare col ragionamento ciò che da molto tempo si è impresso nel carattere.

Aristotele

 
Sponsors