• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Varie
domenica 18 settembre 2016.
ACSI - La borsa della spesa 6.16

Semaforo per alimenti - puoi scegliere la salute
Sull’etichetta nutrizionale dei cereali per la colazione è scritto che contengono 13 g di zucchero per una porzione (di 30g). È poco? È troppo? E un grammo di sale ogni 100 grammi di spinaci alla panna, è poco o è tanto? La tessera “Semaforo degli alimenti”, che l’ACSI regala a tutti i soci insieme a questa BdS, aiuta a capire se l’alimento lavorato che stai per comperare contiene pochi o troppi grassi, zuccheri e sale. In assenza di un’etichetta semplice e chiara che faccia distinguere a colpo d’occhio se il prodotto è più o meno salutare, la tessera-semaforo è un sicuro aiuto nella scelta.

Animali domestici e terapie naturali
Il numero di pazienti umani che scelgono le terapie naturali per curarsi è sempre più importante. C’è chi lo definisce l’ennesimo “business truffaldino”, chi invece le ritiene l’unica via praticabile per rispondere all’esplosione dei costi della salute e chi le utilizza come complemento alla medicina allopatica. Una fetta di mercato, questa, che tocca anche i nostri amici a 4 zampe.

Test - macchine per cucire, quale scegliere?
Il test dimostra che gli apparecchi sono di qualità. Per scegliere quello giusto, basta definire il tipo di lavoro che si vuole eseguire, la loro frequenza e il profilo dell’utilizzatore. Ben 8 macchine su 10 sono risultate “buone”.

Test - fogli acchiappacolore, in definitiva poco efficaci
Malgrado le promesse, le salviette che impediscono il trasferimento dei colori sono poco efficaci. In modo particolare il cotone è molto sensibile al mix di bianco e colori e quindi il bucato deve comunque essere separato. Solo 2 dei 10 prodotti considerati hanno ottenuto un giudizio globale buono.

Si fanno chiamare “Info Giovani”, ma sono dei broker assicurativi
La AD conseils SARL, ditta privata con sede a Crissier, tempesta di telefonate i giovani diplomati offrendo consigli e presentandosi con un nome ingannevole. In Ticino ha una sede a Lugano e si fa chiamare “Info Giovani”, come il noto servizio cantonale. Cercando in questo modo di trarre in inganno i giovani e fargli firmare dei contratti in ambito assicurativo e nel settore della gestione patrimoniale. La BdS ha raccolto le esperienze di tre giovani contattati da questa ditta.

L’agricoltura ci costa sette miliardi
Nella sua ultima newsletter il Sorvegliante dei prezzi in un lungo articolo documentato ci dimostra che i consumatori pagano ogni anno qualcosa come 3,3 miliardi di franchi a causa dei prezzi agricoli protetti da diritti di dogana. Si spiega in tal modo perché sul mercato svizzero i prodotti agricoli sono in media più cari del 70% rispetto a quelli dei paesi europei. Effetto collaterale, questi prezzi elevati spingono al rialzo anche altri prodotti di marca non alimentari. Altri 3,4 miliardi annui se ne vanno per la politica agricola 2014-2017, che sommati ai precedenti fanno quindi più di 7 miliardi. Fino a che punto è positivo che l’agricoltura sia finanziata con i soldi di contribuenti e consumatori? L’analisi dell’economista Silvano Toppi.

Per un servizio radiotelevisivo pubblico e di qualità
Nei prossimi mesi si inasprirà il dibattito sul futuro della radiotelevisione pubblica – SSR/SRG alla quale appartiene anche la RSI - in Svizzera. L’ACSI difende da sempre il servizio pubblico e l’informazione radiotelevisiva di qualità in particolare.

Segretariato ACSI

PDF - 3.2 Mb
Borsa della Spesa
top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors